Caricamento in corso...

Approfondimenti

< Torna all'elenco

La smart building secondo SKY, Mauro Valfredi spiega il programma SKY Ready

Immagine10

Luglio 2014

 

Mauro Valfredi è il project manager di SKY Italia che ha partecipato, lo scorso fine giugno, a un incontro riservato ai progettisti presso la sede di ANCE Bologna per illustrare ai tecnici il programma SKY Ready dedicato all’aggiornamento tecnologico degli edifici del capoluogo emiliano, ma che si propone come strumento per tutto il Paese.

Ma cos’è esattamente il programma SKY Ready? E quali sono i termini di collaborazione e le opportunità che si possono instaurare tra l’azienda leader nel campo dei servizi via satellite e gli ingegneri?

 

Anzitutto vorremmo conoscere qualche dettaglio del programma Sky Ready. Quando è nato e quali sono gli obiettivi? A chi vi rivolgete con questo programma?

    SKY Ready è un processo d’innovazione che passa direttamente nelle nostre case, trasformandole in ambienti digitalizzati e interattivi. Grazie alla TV digitale e il Broadband, progressivamente nelle nostre abitazioni arriveranno nuovi servizi e contenuti per entertainment, ma occorre superare i limiti posti da impianti non al passo con i tempi dell’innovazione. SKY Ready si configura come un approccio alla progettazione di un edificio in anticipo sui tempi, è una visione sul futuro, ma una visione senza un impegno concreto rimane un sogno non realizzato. Con questo progetto ci stiamo impegnando concretamente affinché la professionalità dei Tecnici del settore impiantistico, già presenti nella nostra Rete, entri nel mondo delle costruzioni edili. Si tratta di un percorso di partnership rivolto a costruttori, progettisti, ditte installatrici e a tutti gli operatori del settore edile per creare un rapporto di collaborazione per promuovere la realizzazione di condomini dotati di sistemi evoluti di distribuzione dei segnali digitali.

 

Quali vantaggi avrebbe un tecnico (progettista) ad aderire al programma?

    Analizzando la storia recente di SKY, è chiara la straordinaria accelerazione nella creazione di nuovi servizi in tema di Home entertainment che la tecnologia ha reso possibile, trasformando di fatto la vecchia televisione in un servizio on demand. Sono anche evidenti i grandissimi limiti a tale sviluppo imposti da impianti non progettati per consentire all’utente finale l’accesso senza problemi ai contenuti. Ecco che nasce l’esigenza di progettare impianti ad alta tecnologia e prestazione, gli unici che consentiranno all’utente finale l’accesso a contenuti di sempre più alta qualità, come quelli offerti da Sky. La Struttura Costruttori di Sky, attraverso la propria Rete di Tecnici sul territorio, si è resa disponibile da subito al supporto in fase di progettazione, realizzazione e certificazione degli impianti.

 

Stiamo parlando di adeguamento degli edifici per quello che riguarda la ricezione delle trasmissioni televisive via satellite o anche di altri possibili servizi smart? Se sì, di che tipo?

    SKY è un operatore multipiattaforma e non può essere considerato un semplice operatore della TV via satellite. Confinare SKY in questo ambito significa non definire correttamente la natura della presenza di SKY nel sistema televisivo italiano. Il valore di SKY è fondato sulla centralità dei contenuti, che sono decisivi per la loro qualità, per come si differenziano rispetto all’offerta free ma anche per l’innovazione tecnologica con cui vengono resi disponibili, su qualsiasi piattaforma ne consenta la fruizione con la giusta qualità, sia esso il satellite, o il digitale terrestre (come per il canale Cielo) o il broadband come i nuovi servizi.

 

Parliamo di numeri. Allo stato attuale siete a conoscenza della situazione infrastrutturale del patrimonio edilizio esistente, che non possiede infrastrutture nel campo delle TLC non adeguate?

    La nostra è un esperienza sul campo, i nostri tecnici intervengono tutti i giorni per installare, adeguare o manutenere impianti. Su un parco residenziale circa un milione di condomini presenti in Italia circa il 10% è stato tracciato sui nostri sistemi come condominio cablato. In particolare ci siamo accorti che meno del 20% delle nuove edificazioni residenziali sono dotate di un impianto per la ricezione della TV satellitare conforme all’utilizzo di STB di ultima generazione e che meno del 5% deli operatori del settore adottano soluzioni in Fibra Ottica, tecnica che migliora notevolmente la qualità del segnale e facilita la posa soprattutto in edifici di grosse dimensioni.

 

Quante strutture avete già adeguato e qual è il vostro obiettivo (numero di edifici, tempi).

    Il settore delle costruzioni sta soffrendo una profonda crisi con una riduzione del 70% del numero di abitazioni costruite negli ultimi sette anni. È facile constatare che gli imprenditori più evoluti e attenti alla qualità del prodotto risentono meno dei fattori negativi e che proprio questi hanno consentito all’industria delle costruzioni di consegnare circa 70.000 nuove abitazioni nel 2013. L’enorme sviluppo delle applicazioni tecnologiche rende, secondo noi, indispensabile una predisposizione di tutti gli edifici nuovi o ristrutturati, per renderli autenticamente degli Smart Buildings per clienti che vogliono, chiedono e hanno bisogno dei servizi digitali.

 

Nel giugno scorso avete tenuto presso la sede di ANCE Bologna un incontro riservato a progettisti e imprese edili per illustrare il programma SKY Ready. Come è nata la collaborazione con ANCE?

    La collaborazione con ANCE Bologna è nata grazie alla lungimiranza e proattività del Direttore Carmine Preziosi che nel suo intervento ha evidenziato l’assoluta esigenza del comparto di abbattere le barriere fisiche e progettuali che ostacolano la diffusione del digitale nelle case italiane e l’esigenza di costruire una filiera completa e cooperante delle competenze, necessarie sia per la nuova costruzione di edifici autenticamente SMART che per la ristrutturazione del patrimonio edilizio esistente con applicazioni nel campo dell’intrattenimento, della domotica applicata alla sicurezza, all’efficienza energetica, all’automazione nella gestione dell’edificio/abitazione. L’appuntamento di Bologna è stato importante per comprendere alcune dinamiche fondamentali della filiera dell’edilizia, da tenere in debita considerazione nel proseguo del nostro lavoro. È emerso chiaramente che gli impresari edili possono adottare soluzioni tecnologicamente innovative solo se:

  • Dotati di particolare sensibilità tecnologica o impegnati in operazioni di qualità
  • Sensibilizzati dai Tecnici sui vantaggi di dotare gli edifici di impianti innovativi
  • Sensibili alla domanda degli acquirenti che richiedere tali dotazioni

 

Avete in programma altri eventi simili?

    Risulta senza dubbio utile immaginare altre attività simili, in particolare:

  • Identificazione di Casi di successo che inneschino un volano positivo
  • Modulare la comunicazione mirata ai Progettisti, creando un modulo formativo condiviso dagli Ordini
  • Partecipare con un modello comunicativo specifico a Fiere ed Eventi del mondo dell’edilizia
  • Sottoscrivere convenzioni con le associazioni di categoria (ANCE Bologna ha già manifestato la propria disponibilità al riguardo) per promuovere la diffusione dei nuovi impianti
  • Produrre un documento di orientamento in collaborazione con gli Impiantisti e ANCE in grado di supportare la progettazione di nuovi impianti
  • Promuovere l’utilizzo del marchio SKY Ready per certificare la piena compatibilità dell’impiantistica con i servizi digitali disponibili

 

Un progettista o un’impresa edile interessata al programma come può contattarvi per richiedere informazioni e/o un incontro?

    Per fare tutto questo abbiamo aperto un canale diretto attraverso funzionari specializzati che operano sul territorio offrendo consulenza a tutti gli operatori del settore e una casella di posta elettronica, progetto.costruttori@service.skytv.it , a disposizione per richiedere informazioni o un contatto diretto.

 

 

Vai all'articolo

 

FONTE: Ingegneri.cc a cura di Mauro Ferrarini

 

Potrebbe interessarti anche

  • Immagine8_ok

    ‘Condomini digitali, così la smart city arriva a domicilio’. Intervista a Mauro Valfredi

    Leggi

  • Copertina_9

    Sky Ready, seminario per la dotazione tecnologica dei nuovi edifici

    Leggi

  • Immagine_art_12

    Sky Ready, i vantaggi dell’infrastrutturazione dei sistemi d’antenna

    Leggi