Sky
Martedì 5 Agosto 2014 Scoprila »

Botta e risposta Confcommercio-Premier sugli 80 euro

Alla vigilia dell’aggiornamento dei dati sul Pil, si infiamma il dibattito sulle misure di politica economica. Il presidente Sangalli: «Il bonus non è riuscito a provocare uno shock». Intanto, sulla riforma della PA il ministro Madia: «Nessuna marcia indietro». Rapina in banca nella sede della Camera : bandito preso. LE ULTIME
leggi di più >
In primo piano

Tregua a Gaza. Israele: ritirate tutte le truppe

Iniziato il cessate il fuoco di 72 ore proposto dall’Egitto. Tel Aviv: distrutti tutti i tunnel. Finora 1800 morti. LE FOTO

leggi di più >
In primo piano sport

Presidenza Figc, Malagò: «Sarà un finale a sorpresa»

Il n°1 del Coni: «Il programma Tavecchio è coraggioso e innovativo, ma non riuscirà ad attuarlo. Ha troppe cambiali da pagare»

leggi di più >
Eslusiva di oggi
Economia

Alitalia, n°1 di Etihad a Roma. Fiumicino, caos bagagli

Ultimi incontri verso le nozze con la compagnia araba, ma a Fiumicino scatta una specie di "sciopero bianco"
leggi di più >
Cronaca

Refrontolo, la Procura indaga per omicidio colposo

Gravi due feriti. Polemiche degli ambientalisti, si punta il dito sui terreni disboscati per far posto ai vigneti del Prosecco
leggi di più >
Cronaca

Concordia: in 50 alla ricerca dell’ultimo disperso

Una cinquantina di uomini sono impegnati da questa mattina per individuare il corpo di Russel Rebello. LE FOTO
leggi di più >
Esteri

Rosetta: 10 anni di viaggio per incontrare la cometa

La sonda dell'Agenzia Spaziale Europea sta per entrare nell'orbita del "fossile spaziale”. LE FOTO
leggi di più >
Costume

Jimena, Ana, Elena e Desy: tutte le donne di Osvaldo

Il nuovo attaccante dell'Inter e la sua vita sentimentale "movimentata". LE FOTO
leggi di più >
Sport

Lampard al City, da eroe a "traditore": l'ira dei tifosi

Bruciata la sua maglia dai tifosi del Chelsea. Ecco i “tradimenti” più scottanti. LA TOP 10
leggi di più >

Come "non" fare colpo su una ragazza

Questo ragazzo vuole impressionare la donna accanto a lui, mettendo in mostra delle doti sportive... non proprio impeccabili

Cosa vedere oggi su Sky
Cha Cha Cha  

CINEMA

Cha Cha Cha

Sky Cinema 1 HD, ore 21.10
Thriller noir ambientato nella Capitale con protagonisti Luca Argentero ed Eva Herzigova
leggi di più guarda il video

SERIE TV

Graceland

ore 21.50
Fox Crime HD
Un noto sicario prende in ostaggio un membro di Graceland. Uniti per salvarlo
leggi di più

SPORT

Tennis: ATP Toronto

Sky Sport 1 HD
ore 1.00
L’esordio di Roger Federer nel torneo canadese contro Polansky. A seguire Wawrinka-Paire
leggi di più

INTRATTENIMENTO

The Face USA

Sky Uno HD
dalle 21.10
Naomi Campbell sceglie il nuovo volto di Ulta Beauty. Una sfida all’ultima sfilata
leggi di più
Titolare dei dati è Sky Italia s.r.l. Via Monte Penice 7- 20138 Milano - Service Provider: Fastweb S.p.A., Via Caracciolo 51, Milano
Direttore Sky Evening News: Flavio Natalia
Guarda l'ultima edizione di Sky TG24

La notizia del giorno

Botta e risposta Confcommercio-Premier sugli 80 euro

Alla vigilia dell’aggiornamento dei dati sul Pil, si infiamma il dibattito sulle misure di politica economica

« Il bonus di 80 euro anche se ha mosso qualcosa non è riuscito a provocare uno shock sui consumi e a stabilizzare la fiducia sconfiggendo l'incertezza». Lo ha dichiarato il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, commentando i dati delle Icc (indicatori di consumo) di giugno, che rilevano una crescita dello 0,4% rispetto allo stesso mese del 2013 e appena dello 0,1% rispetto a maggio. Pronta la replica del premier Matteo Renzi:«Per chi dice che gli 80 euro non servono a niente, io penso che 11 milioni di italiani la pensano in modo diverso. Non siamo ancora fuori dalle difficoltà, c'è ancora molto da fare, ma lo faremo con ancor più decisione». E continua: «Alcuni dati sono positivi e altri sono negativi, entrambi vanno letti. La situazione è inferiore alle nostre aspettative ma si va nella direzione giusta. Come questa estate, un po' in ritardo, ma arriva». Guarda il servizio

Riforme, Renzi: «Ancora molto da fare»
Il premier è poi tornato sul tema delle riforme, sottolineando che «Ci vuole la capacità di fare le riforme e io sono ottimista che troveremo un accordo sulla legge elettorale e poi dobbiamo concentrarci sui problemi veri delle persone e lo stiamo facendo». Così Matteo Renzi rispondendo ai giornalisti dopo essere stato in libreria in piazza Colonna, a Roma. «La politica sta facendo bene la sua parte e stiamo approvando la riforma del Senato - spiega commentando i lavori a Palazzo Madama per il superamento del bicameralismo -, ma c'è ancora molto da fare. Bisogna avere il passo del maratoneta e non dello sprinter. Ma gli italiani ci chiedono di cambiare e noi cambieremo». Le parole di Renzi

Pubblica Amministrazione, Madia: «Nessuna marcia indietro»
«Nessuna marcia indietro del Governo». Lo ha detto il ministro Pa Marianna Madia prendendo la parola in Aula al Senato poco prima che il governo ponesse la fiducia sul decreto che punta al riassetto della pubblica amministrazione. «La cancellazione di 'quota 96' (una delle modifiche annunciate ieri al dl che sbloccava 4mila pensionamenti nella scuola, ndr) dal dl Pa ha diverse ragioni» spiega. «Con questo provvedimento iniziamo un percorso di rinnovamento, iniziamo a invertire una tendenza, a ridare speranze a generazioni che, per molto tempo, sono state tradite. L'intervento del ministro Madia

Rapina in un edificio del Parlamento. Arrestato mentre depositava il bottino
Un uomo di 38 anni é stato arrestato dalla polizia per la rapina nella filiale del Banco di Napoli a Palazzo San Macuto, nel palazzo che ospita, tra l'altro, le commissioni bicamerali d'inchiesta del Parlamento. L'uomo lavorava nella mensa di palazzo San Macuto, è stato riconosciuto dalle telecamere di sicurezza. Avrebbe minacciato la cassiera con un taglierino, arraffato i soldi da un cassetto, circa 15 mila euro, e sarebbe poi scappato da un'uscita secondaria. Gli uomini dell'ispettorato di Polizia della Camera lo hanno già arrestato nei locali dell'ufficio postale di Montesacro a Roma, dove aveva appena depositato parte del bottino. Leggi di più

Il furto il primo giorno di ferie
« Non avrei mai voluto farlo, ma ero disperato». È quanto ha dichiarato alla polizia quando è stato bloccato. Il 38enne ha detto di essersi pentito del gesto e che è stato spinto a farlo per grossi problemi economici. Quando è stato fermato l'uomo, sposato, due figli, aveva appena fatto un bonifico di circa 4 mila euro alla moglie. Oggi l'uomo era al suo primo giorno di ferie.
Guarda il servizio

Sport Breaking News

Conte, tutti i retroscena dell'addio

Agnelli: «Juve tra le migliori 8 d'Europa»

di Alessandro Alciato

C'è una domanda, una sola, ancora senza risposta. Se la fanno milioni di tifosi, non solo in Italia: quali sono i reali motivi che hanno portato Antonio Conte a lasciare la Juventus, cioè la cosa per lui più preziosa? Una risposta la dà spesso il diretto interessato a chi lo incontra per strada, soprattutto adesso che si gode le vacanze in Puglia: " Non sono stanco". Quindi la spiegazione di chi lo riteneva troppo stressato dal suo modo di affrontare il lavoro, è completamente sbagliata. Per capire cosa sia davvero accaduto, è giunto il momento di raccontare qualche retroscena inedito e fare luce su dinamiche rimaste in gran parte segrete, almeno fino ad oggi. Lo scorso, attraverso uno scarno tweet, la Juventus ha annunciato che Conte sarebbe rimasto. Qualche ora prima, però, l'allenatore era andato in sede e aveva chiesto la rescissione del contratto. Non pretendeva nulla, se non i pagamenti fino al 30 giugno, lasciando nelle casse del club tutto quello che gli sarebbe spettato dal 1° luglio di quest'anno al 30 giugno 2015. Non vedeva il giusto progetto di crescita per la sua squadra, l'ha fatto presente in maniera diretta. Agnelli, Marotta e Paratici l'hanno convinto a restare, garantendogli che l'avrebbero sorpreso in positivo prima dell'inizio del campionato successivo. Federcalcio: chi sta con chi

Conte sul mercato chiedeva un solo big, ma di grande peso, un colpo, unico, estivo, che però potese far virare la stagione in meglio. Soprattutto che potesse far giocare la Juventus sia con il 3-5-2, sia con il 4-3-3. Quel big era Cuadrado, che davanti ad un'offerta di 35 milioni la Fiorentina avrebbe venduto alla Juventus. Invece è arrivato Morata - pagato 22 - ed è quasi arrivato Iturbe, valutato 27. La differenza non stava nel totale da spendere, bensì nei metodi di pagamento: pluriennali quelli di Morata e Iturbe, tutto in una volta quello di Cuadrado. Lo raccontano molti agenti del calciomercato: per la Juventus era più conveniente così. Da qui, una discussione accesa, fino alla decisione di Conte di separarsi dalla Juventus il secondo giorno di ritiro. Due questioni fondamentali nell'ambito del divorzio Conte-Juventus, hanno riguardato Vidal e Pogba. Secondo l'allenatore erano imprescindibili per un'ulteriore crescita della Juventus, lo sapevano anche gli altri calciatori della rosa. Più volte, nelle segrete stanze bianconere, Conte ha chiesto garanzie sulla loro permanenza, anche se fossero arrivate offerte irrinunciabili. Ha avuto paura di perderli.

A Conte non è piaciuta la programmazione estiva pensata per la squadra, soprattutto la tournée in Indonesia, Australia e Singapore iniziata proprio in questi giorni. È stata motivo di discussione: secondo Conte non avrebbe fatto bene ai suoi giocatori; l'allenatore considerava troppo sbilanciati i benefici che ne avrebbe tratto il marketing rispetto a quelli destinati alla forma dei suoi calciatori. Troppi fusi orari differenti, troppe condizioni climatiche in contrasto tra di loro. Ogni giorno decine di persone in Puglia fermano Conte per strada, tifano per diversi club, ma gli dicono la stessa cosa: "Mister, lei è quello giusto per la Nazionale. In linea di massima l'idea di allenare l'Italia non gli dispiace, anzi. Ma non oggi, perchè pensa che un percorso professionale in continua crescita debba passare la panchina di un top club europeo. Ha vinto tutto in Italia, ora è venuto il momento di farlo in Europa. Fosse rimasto a Torino, invece, avrebbe detto sì' ad un eventuale impegno part-time con la Nazionale. E poi, altro punto fondamentale, non c'è un progetto con linee ben definite: imprescindibile per il modo di lavorare e di pensare di Conte. In ultima battuta, non va dimenticato che la differenza tra i suoi parametri economici e quelli della Federazione, è molto larga. Questa, tutta questa, è la parte mancante della storia.

Agnelli: «Juve tra le migliori 8 d'Europa»
«Non c'è nessun piano né idea condivisa sulla direzione che il sistema dovrebbe prendere. Alle elezioni si presenta un candidato che parla di giocatori che mangiano banane, invece che delineare le sue proposte per farci progredire». Così il presidente della Juve, Andrea Agnelli, in un'intervista a Bloomberg Tv, sul caso Federcalcio. «C'è ancora molto da fare - aggiunge Agnelli - e dovremmo guardare avanti, invece che dilungarci sul passato». Sugli obiettivi della Juventus: «Vogliamo riconfermarci in Italia e fare il meglio possibile in Europa, restare tra le prime otto, questa è la nostra dimensione. Abbiamo avuto un'interessante finestra di calciomercato - spiega - con l'arrivo di giocatori del calibro di Evra, Morata, Pereyra e Romulo a rinforzare una rosa che ha conquistato tre scudetti consecutivi».

Guarda l'ultima edizione di Sky TG24

In primo piano

Tregua a Gaza. Israele: ritirate tutte le truppe

Iniziato il cessate il fuoco di 72 ore proposto dall’Egitto. Tel Aviv: distrutti tutti i tunnel. Finora 1800 morti

È entrata in vigore alle 8 ora locale (le 7 in Italia), la tregua bilaterale di 72 ore tra Israele e Hamas. L’accordo, mediato da Egitto e accettato dalle due parti, dovrebbe permettere al negoziato in corso al Cairo di raggiungere un cessate il fuoco più duraturo. Intanto Israele ha annunciato anche il totale ritiro dalla Striscia di Gaza. Le forze di terra, infatti hanno completano la distruzione di tutti i tunnel scavati dalla guerriglia palestinese e secondo un portavoce militare «tutte le forze sono uscite da Gaza». Guarda il servizio

Resta l'allarme terrorismo
Resta comunque l'allerta a Gerusalemme dopo l'attentato di ieri contro un autubus. Giornata, quella di lunedì, segnata anche da un attacco al campo profughi palestinese Shati, a nord di Gaza, nel quale è rimasta uccisa una bambina di 8 anni e decine di palestinesi sono rimasti feriti. In 28 giorni di ostilità, il computo complessivo dei morti accertati tra i palestinesi è salito ad almeno 1.865, quello dei feriti a circa 9.400. Tremila le abitazioni distrutte. Sul versante opposto gli israeliani che hanno perso la vita ammontano sempre a 66, di cui 64 militari. Le foto dell'attentato a Gerusalemme

Razzi di Hamas prima del cessate il fuoco

La tregua tra Israele e Hamas è entrata in vigore preceduta dal “saluto” di Hamas.  Poco prima che entrasse in vigore infatti il Movimento di Resistenza Islamica ha lanciato una salva di razzi, una ventina, verso una serie di comunità israeliane. Le sirene hanno risuonato ad Ashdod, Ashkelon, Sdot HaNegev, Kiryat Malachi e anche Ma'ale Admin, che si trova proprio alla periferia orientale di Gerusalemme Est. Un razzo è stato intercettato sopra Ashdod, quattro sopra Kiryat Malach e uno è caduto in campo aperto fuori della comunità. Un altro razzoè  caduto a Sdot HaNegev, causando qualche danno ma nessun ferito. Secondo i media israeliani, l'esercito ha risposto con l'artiglieria, ma subito dopo, alle 8 ora locale, il fuoco delle armi ha taciuto perché la tregua è cominciata. Le parole di un volontario di Medici Senza Frontiere

Israele: manteniamo posizioni difensive fuori Gaza
Un portavoce militare ha intanto annunciato che le truppe di terra israeliane hanno cominciato il completo ritiro da Gaza prima dell'entrata in vigore della tregua. Nonostante il ritiro, i riservisti non sono stati rilasciati dal servizio e l'esercito ha fatto sapere che rimane pronto a intervenire qualora Hamas dovesse interrompere la tregua: «L'Idf (l'esercito israeliano) sarà ridispiegato in posizioni difensive fuori della Striscia di Gaza e manterremo queste posizioni difensive», ha dichiarato il tenente colonnello Peter Lerner. L'accordo sulla tregua

In primo piano sport

Presidenza Figc, Malagò: «Sarà un finale a sorpresa»

Il n° 1 del Coni: «Il programma Tavecchio è coraggioso e innovativo, ma non riuscirà ad attuarlo. Ha troppe cambiali da pagare»

«Da questa storia, che ormai è diventata un thriller, mi aspetto un finale a sorpresa. Magari entro l'11 agosto, magari subito dopo. Di certo il calcio italiano va resettato». Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, in un'intervista a Repubblica, parla delle prossime elezioni in Federcalcio e delle polemiche attorno alla candidatura di Carlo Tavecchio.

Il momento difficile del calcio italiano
«Non posso dire altro -premette il numero uno dello sport italiano -. Solo che mercoledì stacco tutto e vado in ferie, ma ho pronto un piano b: se serve rientro subito a Roma. Il senso di responsabilità prima di tutto». Quel che è certo, secondo Malagò, è che il momento attuale del calcio italiano «mi imbarazza moltissimo». E per questo, assicura, «resettiamo tutto».

«Tavecchio? Troppe cambiali da pagare»
Al posto di Giancarlo Abete, dimessosi dopo il flop mondiale, ci sarà da lunedì uno tra Tavecchio e Demetrio Albertini, con il primo ancora favorito: «Il programma di Tavecchio è coraggioso e innovativo. Io però gli ho detto che non riuscirà ad attuarlo. Gli ho detto che ha troppe cambiali da pagare». Facile pensare ai rapporti del presidente della Lnd con i suoi sponsor, in primis Galliani e Lotito: «Gli ho detto che le sue idee non sono conciliabili con queste cambiali. Lui mi ha giurato che non ha vincoli con nessuno, stiamo a vedere. Per ciò che riguarda Albertini, la sua candidatura e la sua vittoria sarebbero di per sè una grande novità. Ma ritengo difficile il suo successo».

Guarda l'ultima edizione di Sky TG24

Economia

Alitalia, n°1 di Etihad a Roma. Fiumicino, caos bagagli

Ultimi incontri verso le nozze con la compagnia araba, ma a Fiumicino scatta una specie di "sciopero bianco". Male Piazza Affari

Il Presidente e ad della compagnia Etihad, James Hogan è giunto a Roma, per discutere gli ultimi dettagli sull’accordo con Alitalia. Al ministero dell'Economia un incontro sul dossier Alitalia ha visto attorno al tavolo gli azionisti della compagnia, fra cui Poste, oltre all'azienda, mentre a Fiumicino si è tenuto anche l'incontro tra azienda e sindacati sulla procedura di mobilità. Positiva la risposta di Ethiad alla richiesta di Alitalia

A Fiumicino quasi uno "sciopero bianco"
Durante l'incontro tra i vertici di Alitalia e i sindacati di categoria sulla procedura di mobilità per i 2171 esuberi, centinaia di bagagli in transito della compagnia sono rimasti bloccati. Tutto ciò in seguito all'assemblea spontanea dei lavoratori Alitalia ( le foto) che si è svolta ieri e all'applicazione letterale delle procedure da parte degli addetti al carico e scarico bagagli della compagnia, una sorta di "sciopero bianco". Guarda il servizio

Bankitalia: i risparmi vanno sui fondi pensione
Gli italiani rallentano l'acquisto di Btp e preferiscono mettere i risparmi sui fondi. Lo dice Banca d'Italia nel supplemento al bollettino statistico sui conti finanziari che spiega come le insicurezze sul futuro pensionistico spingono la raccolta dei fondi pensioni (+291%), triplicata rispetto allo stesso periodo dell'anno prima. Nel primo trimestre di quest'anno si sono registrati forti aumenti dei flussi delle famiglie verso i fondi comuni pari a 16,46 miliardi (+10% rispetto al primo trimestre del 2013 mentre il quarto trimestre dello scorso anno ha registrato deflussi per 3,1 miliardi). Forte balzo soprattutto per le riserve del ramo Vita e i fondi pensione (+291%) a oltre 12 miliardi dai 3 miliardi dello stesso trimestre 2013. Prosegue invece il disinvestimento dai Btp (-7,82 miliardi).



Piazza Affari ancora male
Piazza Affari chiude ancora una volta male, cedendo con l'indice Ftse Mib l'1,62%. Tra i titoli bene Tod's, male Telecom e diversi bancari.

I MERCATI

FTSE MIB 20.052,20 -1,62
FTSE 100   6.682,10  +0,07
DAX 30   9.198,08  +0,48
CAC 40   4.235,23  +0,43

I TITOLI

I MIGLIORI
Tod'S  83,45  +2,96
Cnh Industrial  6,63  +0,99
Moncler  11,41  +0,97
Tenaris  16,18  +0,81
Luxottica  40,42  +0,50

I PEGGIORI
Telecom Italia  0,8195  -5,26
Banca Monte Paschi Siena  1,266  -4,24
Autogrill  6,14  -3,99
Ubi Banca  6,04  -3,82
Banco Popolare  10,92  -3,45
Guarda l'ultima edizione di Sky TG24

Cronaca

Refrontolo, la Procura indaga per omicidio colposo

Gravi due feriti. Polemiche degli ambientalisti, si punta il dito sui terreni disboscati per far posto ai vigneti del Prosecco

La Procura di Treviso, dopo l’esondazione del torrente Lierza che sabato ha causato 4 vittime, ha aperto un fascicolo con le imputazioni di disastro e omicidio colposo a carico di ignoti, per capire se il fatto era evitabile e chi eventualmente non ha fatto abbastanza per prevenire la tragedia. «Bisognerà verificare con accertamenti tecnici la tenuta del terreno» spiega a Sky TG24 il sostituto Procuratore Repubblica Treviso Laura Reale. Guarda il servizio

Polemiche sulle coltivazioni
E mentre restano gravi le condizioni di due feriti, ricoverati all'ospedale di Treviso, monta la polemica degli ambientalisti, che puntano il dito sui terreni disboscati per far posto ai vigneti del Prosecco. E tornando sull'ipotesi iniziale di un 'tappo' di materiali che avrebbe frenato il normale deflusso del Lierza, la pm ha aggiunto che «non si può dire adesso se siano queste rotoballe ad aver causato il disastro. C'erano varie frane che hanno contribuito». I vigneti non sono associabili alle frane

Ritorno alla normalità
A Refrontolo, intanto, le aree interessate dal disastro sono state poste sotto sequestro. I tecnici del Genio Civile eseguono rilievi, i Vigili del Fuoco procedono con il lavoro per il ripristino delle condizioni preesistenti, al fine di permettere ai consulenti dei magistrati un confronto tra il 'prima' e il 'dopo' l'onda di morte. Nei prossimi giorni, oltre ai testimoni diretti, saranno sentiti gli amministratori pubblici che hanno dato i permessi per lo svolgimento della festa finita in tragedia. E prosegue anche la conta dei danni:non vi sono ancora cifre ufficiali, ma si parla di svariati milioni di euro. Proseguono i lavori di ripristino


Guarda l'ultima edizione di Sky TG24

Cronaca

Concordia: in 50 alla ricerca dell’ultimo disperso

Una cinquantina di uomini sono impegnati da questa mattina per individuare il corpo di Russel Rebello

Una cinquantina di uomini sono impegnati da questa mattina a bordo del relitto della Costa Concordia per individuare il corpo di Russel Rebello, il cameriere indiano vittima del naufragio il cui corpo risulta ancora mancante. Guarda il servizio

Cinquanta uomini a lavoro

Le operazioni sono eseguite da una cinquantina di uomini, suddivisi in tre o sei squadre, tra Vigili del fuoco, nucleo sommozzatori, speleologi, marina militare, carabinieri, guardia costiera e guardia di finanza. La fotostoria

Continuità con le ricerche svolte al Giglio

«Le operazioni - ha spiegato Emanuele Gissi, vice comandante dei vigili del fuoco di Genova – si svolgono in piena continuità con le ricerche già effettuate all'Isola del Giglio». A terra è stato allestito il cantiere di supporto alle ricerche con la tenda di comando, il punto di decontaminazione, allestito dal 118 in collaborazione con i vigili del fuoco ed il presidio permanente del 118. L'ultimo viaggio verso Genova

Esteri

Rosetta: 10 anni di viaggio per incontrare la cometa

Ancora un giorno e Rosetta inizierà a ronzare intorno alla cometa per osservarla a 360 gradi avvicinandosi sempre di più

Manca solo un giorno alla meta, anzi, alla cometa. È partito il conto alla rovescia per Rosetta, la sonda dell'Agenzia spaziale europea (Esa) che il domani raggiungerà finalmente la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, inseguita per ben 10 anni con un lungo e tortuoso viaggio attraverso il Sistema solare.


Un record, mai così vicino
Ancora poche ore di attesa e Rosetta arriverà a sfiorare la cometa, fermandosi a soli 100 chilometri di distanza. « Un vero record - spiega Enrico Flamini, coordinatore scientifico dell'Agenzia spaziale italiana (Asi) - se pensiamo che nel 1986 la sonda Giotto arrivò a 560 chilometri dalla cometa Halley, incrociando velocemente la sua coda ad oltre 20 chilometri al secondo. Rosetta, invece, arriverà per restare».

 Per festeggiare questo attesissimo evento, l'Esa sta organizzando una giornata celebrativa presso lo European Space Operations Centre di Darmstadt, in Germania. La missione di Rosetta rappresenta infatti una grande scommessa per l'Europa come per l'Italia, considerando che sono italiani otto dei 21 strumenti a bordo della sonda e del lander Philae (battezzato così da una ragazza italiana).

 Scatti "spaziali": i selfie in orbita su Instagram

Grazie alla sonda immagini e dati eccezionali
«Ora stiamo entrando nel vivo della missione scientifica di Rosetta», afferma Flamini. «A breve tutti gli strumenti a bordo incominceranno a funzionare in maniera ottimale. Ci daranno un quadro più preciso dell'ambiente di polveri e gas che cironda il nucleo della cometa, così come del suo campo magnetico residuo, e seguiranno la formazione della coda». 
Arriveranno inoltre «nuove immagini ad alta definizione della superficie, che serviranno per scegliere entro ottobre il sito di atterraggio di Philae, più un secondo sito da usare in caso di emergenza». 

Gli strumenti a bordo già in funzione «ci hanno permesso finora di osservare la forma irregolare della cometa, che molti paragonano ad una paperella di gomma o ad una scamorza», ricorda ironicamente Flamini. Tempesta tropicale Arthur vista dallo spazio

Atterraggio e perforazione
A partire da domani, Rosetta inizierà a ronzare intorno alla cometa per osservarla a 360 gradi avvicinandosi sempre di più. L' 11 novembre arriverà a soli 5 chilometri dalla superficie, in modo da permettere a Philae di iniziare la sua lenta discesa (4-6 ore) verso un atterraggio morbido. Incomincerà poi la perforazione della superficie ad opera del trapano italiano Sd2, progettato e costruito al Politecnico di Milano.

Costume

Jimena, Ana, Elena e Desy: tutte le donne di Osvaldo

Il nuovo attaccante dell'Inter e la sua vita sentimentale "movimentata" , degna di una soap argentina

È appena arrivato a Milano e già riempie le pagine del gossip, anche se almeno stavolta è il look di Osvaldo a far discutere e non la sua turbolenta vita amorosa. Il bell’attaccante argentino, neo acquisto dell’Inter di Mazzarri, è infatti noto per i grandi amori: sempre annunciati sui social network, sempre di vita piuttosto breve.

La prima moglie
La prima fu Ana, una ragazza argentina che sposò quando militava nell'Huracan e che lasciò qualche tempo dopo, quando venne in Italia ingaggiato dall'Atalanta. Con Ana nel 2006 ebbe anche un figlio, Gianluca.

A Firenze con Elena
Cambio di maglia e contestuale cambio di compagna. Acquistato dalla Fiorentina, nella culla del rinascimento conosce Elena Braccini e scoppia la passione. Insieme alla bella toscana Osvaldo avrà altre due bambine, Victoria e Maria Helena, ma proprio mentre Elena rimane incinta la seconda volta, nel 2012, il trasferimento del centravanti alla Roma mette la parola fine alla storia tra i due.

Solo flirt nella capitale
Nella capitale Osvaldo diviene un punto di riferimento della vita mondana capitolina, anche se non si registrano relazioni “degne di nota”. Unica eccezione la modella romana Desy Luccini, ma nche questo sarà solo un breve flirt.

Jimena, l'ultima conquista
Insieme al nuovo nerazzurro è arrivata l’attuale compagna in carica, Jimena Barón, madre del quarto figlio dell’argentino naturalizzato italiano, Morrison, nato a marzo di quest’anno. La relazione fra i due, che dovrebbe essere iniziata all’inizio dello scorso anno, divenne ufficiale attraverso la pubblicazione su Twitter di una foto della coppia a Praga nel febbraio 2013. Nei giorni in cui il legame tra Osvaldo e Jimena Barón divenne pubblico, ci fu anche uno scambio di battute tra le due ex Ana ed Elena su Twitt

Amore per sempre?
Jimena, forse imparando da chi l’ha “preceduta”, ha già seguito l'attaccante in varie città: Roma, Southampton, Torino, sponda Juve e adesso Milano. La bella attrice di soap argentine non sembra preoccupata, anzi è più che mai pronta ad entrare a pieno titolo nella squadra delle wags interiste.


Guarda il servizio

Sport

Lampard al City, da eroe a "traditore": l'ira dei tifosi

Bruciata la sua maglia dai tifosi del Chelsea. Ecco i “tradimenti” più scottanti

Anche se a livello di budget non è certo il trasferimento più roboante, la firma in prestito fino a dicembre di Frank Lampard con il Manchester City (manca solo l'ufficialità) è certamente uno dei movimenti più discussi di questo calciomercato. 648 partite, 211 gol, miglior marcatore di tutti i tempi, 11 trofei sollevati: questa, in sintesi, la carriera di Lampard con la maglia del Chelsea. Arrivò nel 2001, dal West Ham, voluto fortemente da Claudio Ranieri (e anche allora il trasferimento fece rumore). Per 13 anni è stato faro di centrocampo, uomo squadra, trascinatore, simbolo, goleador, vice-capitano. Tutte le ultime sul mercato

I tifosi bruciano la maglia
In attesa dell'ufficialità (lo stesso allenatore del City, Pellegrini, ha confermato l'accordo), c'è qualche tifoso che, sentitosi tradito oltremodo dal passaggio in maglia Citiziens, ha voluto cancellare i segni della permanenza di Lampard a Stamford Bridge, dando fuoco alla divisa blues dello storico centrocampista.

La top 10 dei “tradimenti”

10. Emmanuel ADEBAYOR - Lascia l'Arsenal per il Manchester City nel 2009. Quando incontra gli ex-compagni prima colpisce al volto Van Persie, poi segna e va ad esultare davanti ai tifosi dei Gunners in modo provocatorio

9. Ashley COLE - Banconote false da 20 sterline e il soprannome "Cashley" lo accolgono quando torna da avversario ad Highbury. Aveva lasciato l'Arsenal per il Chelsea di Mourinho nel 2006. I tifosi della Roma faranno bene a non affezionarsi troppo..

8. Sol CAMPBELL - In scadenza di contratto, tratta con il Tottenham il rinnovo, ottenendo anche un sostanzioso aumento. Poi però sceglie l'Arsenal, che gli offre meno, dicendo che vuole giocare in una squadra più competitiva

7. Eric CANTONA - Dal Leeds (con cui vince il campionato) agli arci-rivali del Manchester United, dove diventa bandiera e "calciatore del secolo" in seguito a un sondaggio tra i tifosi dei Red Devils

6. Carlos TEVEZ - Da una sponda all'altra di Manchester nel 2009. Con lo United vince tutto ma non trova l'accordo per il rinnovo: non si fa problemi a scegliere il City e a segnare il primo gol con la nuova maglia proprio agli ex-compagni

5. Zlatan IBRAHIMOVIC - Campione di infedeltà. Lascia la Juve in B, dopo Calciopoli, per passare all'Inter. Parentesi al Barcellona, dove spera di vincere la Champions, e ritorno a Milano. Ma in rossonero

4. Bernd SCHUSTER - Amatissimo dai tifosi del Barcellona, dopo 8 anni in blaugrana passa al Real Madrid nel 1988. Non contento, dopo due stagioni si trasferisce all'Atletico

3. Cesc FABREGAS - "Se mai dovessi indossare la maglia del Chelsea, uccidetemi", disse ai tifosi dell'Arsenal prima di lasciarli per l'amato Barcellona. Beh, quella nella foto sembra proprio la maglia dei Blues...

2. RONALDO - Dal Barcellona all'Inter, che lo ama, lo coccola, lo cura dopo due gravi infortuni e lo aspetta. Torna grande al Mondiale 2002 e passa al Real Madrid. Torna in Italia con la maglia del Milan, segnando nel derby ed esultando

1. Luis FIGO - Idolo del Barcellona, Florentino Perez lo convince a vestire la casacca del Real Madrid a suon di milioni. Adesso in Catalogna è odiatissimo. Durante un Clasico i suoi ex-tifosi gli tirano una testa di maiale mentre batte un corner

Esclusiva di oggi

Marilyn, leggenda immortale

A 52 anni dalla scomparsa della diva più famosa di Hollywood, il mistero sulla sua morte resta irrisolto

Los Angeles, 5 agosto 1962: nella sua casa al numero 12305 di Fifth Helena Drive, l’attrice Norma Jean, conosciuta dal mondo intero come Marilyn Monroe, viene trovata morta, uccisa da un’ overdose di barbiturici. Sono passati 52 anni, ma la verità sulla morte dell’icona bionda di Hollywood rimane ancora un mistero. Un mistero lungo oltre 50 anni

L'arrivo a Hollywood
Norma è una ragazza come tante, che insegue il sogno di diventare una stella del cinema. Bella e sensuale, nel 1946 firma un contratto con la Fox e lì qualcosa cambia per sempre: il regista Ben Lyon le consiglia di cambiare il suo nome in Marilyn Monroe, aprendole la strada verso il successo. Gli scatti inediti

Il successo mondiale
Complice un’aria fintamente ingenua ed il viso da bambola, Marilyn si impone nel cinema, soprattutto grazie a film come Niagara, Gli uomini preferiscono le bionde, Come sposare un milionario, Quando la moglie è in vacanza, Fermata d'autobus o A qualcuno piace caldo. Marilyn e le foto in costume da bagno

Passione e abbandono

Accanto ai ruoli di “bella e svampita”, Marilyn diviene famosa anche per i suoi amori. Dalla leggenda del baseball Joe Di Maggio a Frank Sinatra, da Arthur Miller al principe Ranieri, la vita privata della Monroe fu costellata di grandi passioni e uomini potenti, che però non riuscirono mai a colmare quel vuoto con cui l'attrice conviveva fin dalla nascita.

Kennedy, il grande amore
Per tutti fu John Fitzgerald Kennedy, Presidente degli Stati Uniti, l'unico vero amore di Marilyn. Una relazione tormentata, che terminò per "ragion di stato" e che portò l'attrice ad avvicinarsi ad un altro dei membri della famiglia più importante d'America, Bob Kennedy. Si dice che Bob,  probabilmente ultimo amante di Marilyn, le avesse proposto di sposarlo, ma non vi sono prove. Marilyn canta Happy Birthday Mr President

La nascita della leggenda
La vita burrascosa, l’abuso di psicofarmaci, la profonda inquietudine, tutti tratti distintivi della bionda dal viso di bambola, la donna più bella del mondo, la più desiderata dagli uomini, che è morta sola, nella sua casa di Brentwood . Un'icona senza età, che forse anche la prematura scomparsa a soli 36 anni ha reso un mito senza eguali. Marilyn, gli ultimi scatti della diva


Sky Evening News – La giornata in 10 notizie

Ecco il giornale della sera di Sky!

Una grafica sempre più moderna, semplice, accattivante, per rendere sempre più immediata la consultazione quotidiana da qualsiasi mezzo: pc, smarthone, tablet. E tanti fantastici contenuti, dal tweet del giorno all'approfondimento esclusivo di giornata sull'attualità, le tendenze, il costume, la cultura, lo sport, i modi di vivere. E poi il meteo regione per regione, il video più curioso del web e il commento sui fatti dell'attualità e dello sport affidato ai giornalisti più autorevoli della galassia Sky.


Due milioni di abbonati a Sky ricevono già Sky Evening News, dal lunedì al venerdì intorno alle 18.
E tra questi, oltre un milione di persone già la seguono con interesse più volte durante la settimana, facendo registrare una media di 300 mila aperture totali ogni giorno. Un pubblico di riferimento adulto, attivo, con una maggiore concentrazione nelle fascia d'età 30-40 e 40-50 anni e una leggera prevalenza maschile.
Il prodotto è nato per soddisfare la richiesta di una informazione rapida, sintetica sulle novità del giorno appena trascorso da parte di quella fascia della popolazione attiva che durante la giornata non sempre ha il tempo di andare a cercare le notizie.

È a loro che si rivolge Sky Evening News: attraverso una mail che ti raggiunge alle 18 sul pc, il tablet, gli smartphone touch e no touch. E basta un clic per scoprire le 10 principali notizie della giornata.Non manca uno sguardo ai principali appuntamenti televisivi della serata su Sky, per fruire al meglio dei contenuti della pay tv e sfruttare al massimo l'abbonamento.
Con pochi clic, inoltre, attraverso Sky Evening News è possibile programmare direttamente la registrazione dei propri programmi preferiti su My Sky. Per ogni contenuto anche approfondimenti dedicati con fotogallery, video, interviste e curiosità e link a Sky.it.

Buona serata con Sky Evening News!

Flavio Natalia
Direttore di Sky Life e Sky Evening News

Il cuore noir della Capitale

Luca Argentero ed Eva Herzigova in "Cha Cha Cha", un thriller mozzafiato ambientato a Roma, tra atmosfere hard boiled e torbidi segreti Guarda la fotogallery

Un «occhio privato» indaga su una storia torbida di corruzione e delitti in un sottobosco di spioni, faccendieri, dediti all' arte tutta italiana dell'insabbiare e del punire. Una storia attuale, nella Roma degli intrighi e delle intercettazioni. Tra ricatti e segreti difficili da confessare, uno spaccato dell'Italia di oggi, quell'Italia che si vorrebbe dimenticare e che, tuttavia, ristagna nei meandri sotterranei dell'esistenza.

Un incidente che non è un incidente
Il protagonista è il tenebroso ex poliziotto Corso (Luca Argentero), diventato investigatore privato. Al centro della trama c'è un incidente stradale in cui ha perso la vita un sedicenne, figlio di Michelle, ex attrice e sua vecchia fiamma (Eva Herzigova), ora sposata con un facoltoso avvocato della capitale. Corso, convinto che non si sia trattato di un semplice incidente, avvia le indagini arrivando a mettersi contro anche i suoi ex colleghi poliziotti, tra cui Torre (Claudio Amendola). Grazie all' aiuto di un misterioso faccendiere, conosciuto come "l'intercettatore" riesce a portare a galla verità scottanti legate a pericolosi interessi della 'ndrangheta e a forti poteri economici. Nel cast, diretto da Marco Risi, oltre a Luca Argentero, Eva Herzigova e Claudio Amendola, anche Pippo Delbono, Nino Frassica e Pietro Ragusa.

Finale adrenalinico

Un sequestro e il tentativo di salvare un membro di Graceland: ecco il finale della prima stagione, in onda questa sera su Fox Crime HD

di Marta Rossi

Quando si sparse la voce che Jeff Eastin, alias “White Collar”, aveva in cantiere un altro serial tv poliziesco, non molti erano pronti a scommettere sul suo futuro. Dopo un tale successo di pubblico e critica era difficile ideare qualcosa che fosse all’altezza delle indagini di Neal Caffrey e Peter Burke, soprattutto perché avrebbe puntato meno sull’ironia e più su toni drama. Eppure i veri esperti sanno che “Graceland” era nato nella mente di Eastin prima di “White Collar”. Aveva solo dovuto aspettare, secondo il suo geniale papà, che gli spettatori americani fossero pronti ad un prodotto di questo tipo. E così, un episodio dopo l’altro, “Graceland” ha conquistato non solo gli estimatori del regista, ma anche chi Eastin non lo conosceva affatto. Ha rivaleggiato con i vari “I signori della fuga”, “Criminal Minds” e il recente “The bridge”, dove i protagonisti sono sempre agenti della polizia, dell’ FBI o della CIA. Ma nessuno di loro aveva pensato di riunirli sotto lo stesso tetto, come un gruppo di amici-nemici che hanno sempre qualcosa da nascondere ai propri alleati.

L'adrenalina non mancherà per nessuno
Nell’episodio finale (in onda stasera in prima tv su Fox Crime HD alle 21.50) c’è davvero di tutto. Inseguimenti, sequestri, amori e verità rivelate. Identità messe in dubbio ed altre comprate nuove di zecca. Un vero e proprio cocktail di quella che è stata la prima serie di “Graceland”, da gustare in questa afosa serata di agosto. Non tutti lo faranno nel patio di una fantastica villa californiana come Mike, Briggs e Charlie, ma l’adrenalina non mancherà per nessuno. E con una seconda stagione che si avvia alla conclusione negli USA, questo è solo un breve addio agli inquilini di “Graceland”.

Il debutto di Re Roger

A Toronto tutti i migliori del circuito: stanotte in diretta su Sky Sport 1 HD Federer affronta Polansky, a seguire Wawrinka-Paire

E’ cominciato tra la pioggia l’ATP Masters 1000 di Toronto: ieri la prima giornata ha riservato già le prime sorprese con l’eliminazione della testa di serie numero 10 John Isner per mano di Ivan Dodig. Oggi pomeriggio l’esordio di Andreas Seppi e Fabio Fognini, ma l’attesa è tutta per Roger Federer: all’1 - in diretta su Sky Sport 1 HD - il suo match di secondo turno contro il canadese Polansky: « Oggi mi sento molto più rilassato che mai – ha detto lo svizzero – . Non devo dimostrare niente a nessuno. Quando ero più giovane, sentivo molta più pressione per quello che la gente diceva. Amo tornare in posti come Toronto. Sono pronto ad attaccare nella seconda metà della stagione. Complessivamente è stata una buona annata. Sono felice perché sto bene fisicamente e ho giocato molto bene». A seguire, sul centrale, l’altro svizzero Stan Wawrinka affronterà Benoit Paire.

Tutto il torneo su Sky Sport HD
L’ATP Masters 1000 di Toronto viene trasmesso in diretta esclusiva e in Alta Definizione su Sky Sport 1 HD (canale 201) e Sky Sport 2 HD (canale 202), con una programmazione live di oltre 90 ore. La “squadra” di Sky che seguirà il torneo sarà formata da Luca Boschetto, Pietro Nicolodi, Elena Pero e Federico Zancan  per le telecronache; al commento tecnico, invece, si alterneranno Paolo Bertolucci, Giorgio Galimberti, Laura Garrone e Raffaella Reggi.


Il nuovo volto della moda

Ultimi due episodi del talent show dedicato al mondo della moda e, quindi, last chances per le concorrenti rimaste in gara Guarda la fotogallery

Le abbiamo viste imbarazzate, aggressive, provocanti, nervose, stupite, allegre, malinconiche: ad ogni espressione ha corrisposto un preciso stato d'animo. Un viaggio lungo otto episodi giunto al suo epilogo, dopo prove estenuanti sul tacco 12, repentini cambi di look, shooting fotografici, videoclip e riprese in esterna. Ora per Devyn, Ebony, Zi Lin, Stephanie, Margaux e Jocelyn è vietato sbagliare. Le sei concorrenti rimaste in gara sono chiamate ad affilare le armi e a mettere in campo tutta la loro grinta, personalità e carattere se vogliono arrivare fino in fondo. In palio il prestigioso titolo di "The Face Usa" e, insieme, la possibilità di approdare nel dorato mondo della moda, rappresentando un brand di fama internazionale: Ulta Beauty.

Beneficienza ed eleganza
Nel corso del settimo episodio, in onda stasera dalle 21.10 su Sky Uno HD, le aspiranti top-model dovranno sfilare in un vero e proprio red carpet, in occasione di un evento di beneficienza. Un bel banco di prova, nel quale a farla da padrona saranno la classe e l'eleganza. Al termine della prova due ragazze saranno costrette a salutare la competizione, vedendo così sfumata sotto gli occhi la possibilità di accedere alla finalissima, che Sky Uno trasmetterà dalle 21.55. A giudicarle, come sempre, il trio di top-model più agguerrito, formato dall'iconica "pantera nera" Naomi Campbell, dall'algida Karolina Kurkova e dalla sofisticata Coco Rocha.


Torna il bel tempo al Nord. Sereno anche al Centro-Sud

Nuvolosità pomeridiana nelle regioni settentrionali. Possibili occasionali piovaschi al Centro e al Sud

Nord: torna il bel tempo al Nord con cieli in prevalenza poco nuvolosi, salvo nubi sparse al mattino sulle Alpi orientali. Nel pomeriggio nuvolosità alta sulle regioni nord occidentali ma senza piogge. Venti deboli  e mari poco mossi.

Centro: giornata soleggiata su tutte le regioni del Centro, salvo la presenza di nubi sparse sulle regioni adriatiche al mattino. Nel pomeriggio occasionali piovaschi su Appennino e basso Lazio. Venti moderati  e mari in prevalenza mossi al largo.

Sud: nubi sparse al mattino tra costa molisana e Gargano con qualche veloce piovasco, soleggiato altrove. Al pomeriggio variabilità e qualche acquazzone sull’Appennino, in sconfinamento verso le coste di Campania e Calabria, la sera attorno allo Stretto; bello su gran parte della Sicilia. Venti moderati con mari da poco mossi a mossi, fino a molto mosso l’Adriatico.

Temperature: stabili o in lieve rialzo e comprese tra 25 e 30°C al Nord, tra 26 e 31°C al Centro, qualche grado in più al Sud.


Clicca il meteo di Sky

Il triste Kevin

"Le parole che non ti ho detto" con Costner e Robin Wright su Sky Cinema. Amichevoli per la Juventus in Indonesia, per il Napoli contro il Barcellona e per il Borussia di Ciro Immobile in Polonia

Le parole che non ti ho detto
Sky Cinema 1 HD, ore 21.10

Il triste vedovo Garret Blake, per vivere, costruisce barche. Quanto alla sua vita, di ricostruirla non se ne parla. Almeno finchè non arriva nel suo paesino del North Carolina Theresa Osborne. L'inviata del Chicago Tribune, donna sola con un divorzio alle spalle, scopre in Garret l'autore del messaggio che ha trovato in una bottiglia sulla spiaggia di Cape Cod. E deve ammettere che le ha toccato il cuore.

All Star Indonesia-Juventus
Sky Sport 1 HD e Sky Supercalcio HD, ore 15.00

I bianconeri, dopo il bagno di folla all’arrivo a Jakarta, scendono in campo contro una selezione indonesiana. Tra le fila juventine c’è grande attesa per rivedere in azione Arturo Vidal dopo le voci di mercato che lo hanno visto protagonista. Si gioca al Gelora Bung Karno Stadium di Jakarta (Indonesia). Diretta esclusiva, dalle 15, su Sky Sport 1 HD, Sky Supercalcio HD e Sky Calcio 1 HD. Telecronaca di Andrea Marinozzi.

Barcellona-Napoli
Sky Calcio 1 HD, ore 20.00 (in pay-per-view)

Domani sera in campo anche il Napoli di Rafa Benitez contro un’avversaria di alto livello, il Barcellona di Luis Enrique. Se gli azzurri sono già al completo, in vista dei playoff di Champions League del 19-20 agosto, i blaugrana hanno riaccolto solo oggi i finalisti e i semifinalisti del Mondiale. Si gioca allo Stade de Genève di Ginevra (Svizzera). Telecronaca di Geri De Rosa, commento tecnico di Dario Marcolin.

Slask Wroclaw-Borussia Dortmund
Eurosport HD, ore 17.00

In attesa della Supercoppa tedesca in programma il prossimo 13 agosto (in diretta esclusiva su Sky Sport HD), i vice campioni di Germania affrontano in amichevole i polacchi dello Slask Wroclaw. Dovrebbe scendere in campo, nella squadra guidata da Jurgen Klopp, anche il ‘nostro’ Ciro Immobile, già autore di una doppietta nell’amichevole di domenica vinta dai gialloneri per 10-0 contro il Rapperswill.

Festival del cinema di Tavolara. Una notte in Italia
Sky Arte HD, ore 20.30

Lasciatevi sedurre da uno dei festival cinematografici più affascinanti d'Italia, diretto da Piera Detassis. La passione per la settima arte e la bellezza della Sardegna si incontrano. Geppi Cucciari, Walter Veltroni, Neri Marcoré e Carolina Crescentini, ecco, tra gli altri, i protagonisti della 24ma edizione.

Analisi di un delitto
Sky Cinema Max HD, ore 21.00

Un giovane avvocato radiato, Lawson Russell, trova il successo con un romanzo ricevuto da uno sconosciuto. Purtroppo i delitti che vi sono descritti risultano essere veri, e così Russell diventa l'indiziato numero uno della polizia.

Tatuaggi da incubo
Sky Uno HD, ore 22.00

Tommy tenta di aiutare una studentessa cattolica che ha un pentacolo tatuato sulla schiena. Intanto, Gus si occupa di un tatuaggio scioccante e osceno disegnato sullo stomaco di un gangster.

Oro tra i ghiacci
Discovery Channel HD, ore 22.25

La nuova squadra di Zeke trova dell'oro e esclude Emily, l'ultima arrivata. Intanto Scott, il cacciatore di oro più arrabbiato di Nome, ritorna con un atteggiamento diverso, ma durerà?

Teen Wolf
Fox HD, ore 21.00

Stile è tornato, e Scott e gli altri amici devono darsi da fare per evitare quello che potrebbe essere un vero disastro. Intanto Lydia e Allison prendono 'lezioni' da un insegnante piuttosto improbabile...

Magnini fa gli auguri a Fede

Un buon compleanno speciale quello di Magno alla sua "Mafaldina"