Sky
Martedì 12 Maggio 2015 Scoprila »

Sisma di magnitudo 7.4. Crollano palazzi, più di mille feriti

Un nuovo sisma ha colpito il Paese dopo quello del 25 aprile scorso, costato la vita a oltre 8mila persone. Una scossa di circa un minuto che ha raggiunto la magnitudo 7.4. L'epicentro alla base dell'Everest, a 18 chilometri di profondità. Crollati palazzi nella capitale Kathmandu. Oltre cinquanta morti e più di mille feriti. Vittime anche in India e Cina. GLI AGGIORNAMENTI
leggi di più >
In primo piano

Renzi: Pd pulito, sinistra masochista perde ovunque

Il premier a tutto campo: «In Campania candidati invotabili». Incontro a Palazzo Chigi con i sindacati sul ddl scuola

leggi di più >
In primo piano

Concordia, ultimo viaggio verso la demolizione

Il relitto della nave, naufragata il 13 gennaio del 2013, è arrivato nel porto di Genova, dove sarà smantellato. Riciclato oltre l'80%

leggi di più >
Eslusiva di oggi
Economia

Verizon compra Aol, operazione da 4,4 miliardi

I due giganti si fondono nel nome della convergenza tra tlc e contenuti video. Nella scuderia The Huffington Post e TechCrunch
leggi di più >
Cronaca

Tassista violentata, Radiotaxi: "Non chiamatelo raptus"

La consigliera della cooperativa a Sky TG24: «Era un rapinatore abituale». E per la sicurezza si pensa alle telecamere
leggi di più >
Esteri

Cuba, si rivede Fidel: riceve Hollande all'Avana

È la prima visita di un capo di Stato occidentale dopo la distensione con gli Stati Uniti. E il Papa sarà a Cuba dal 19 al 22 settembre
leggi di più >
Attualita

Bandiere blu 2015: in Italia 280 spiagge al top

147 i Comuni premiati, 11 new entry, 66 gli approdi turistici. La Liguria prima regione. LE FOTO
leggi di più >
Costume

Napoli diventa una griffe: sartoria casual verso Parigi

Il nuovo progetto di un imprenditore napoletano. Il lancio a Milano e la presentazione in Francia
leggi di più >
Sport

Tennis, out la Pennetta. Ma è Totti il re del Foro

Agli Internazionali Flavia subito fuori. Show del capitano della Roma con Djokovic. LE FOTO
leggi di più >

Un carrello sfortunato

Due bellissime ragazze si fanno spingere da un amico, ma un gradino è in agguato e...

Cosa vedere oggi su Sky
Champions: Bayern-Barcellona  

CALCIO

Champions: Bayern-Barcellona

Sky Sport 1 HD, ore 20.45
Semifinale di ritorno: il Barça fa visita a Guardiola per difendere il 3-0 dell'andata
leggi di più

SERIE TV

I live with Models

Comedy Central
ore 21.00
Vita, equivoci e amori per il ragazzo che a Miami convive con delle modelle
leggi di più

INTRATTENIMENTO

Intrigo e amore

Sky Arte HD
ore 20.00
Lev Dodin porta in scena al Teatro Piccolo di Milano il famoso dramma di Schiller
leggi di più

INTRATTENIMENTO

TOP DJ

Sky Uno HD
ore 22.45
La competizione si fa sempre più dura per gli aspiranti Dj. Stasera ospite Marracash
leggi di più
Titolare dei dati è Sky Italia s.r.l. Via Monte Penice 7- 20138 Milano - Service Provider: Fastweb S.p.A., Via Caracciolo 51, Milano
Direttore Sky Evening News: Flavio Natalia

La notizia del giorno

Sisma di magnitudo 7.4. Crollano palazzi, più di mille feriti

Nuovo sisma in Nepal dopo quello del 25 aprile scorso. Una scossa di circa un minuto, oltre cinquanta morti. Vittime anche in India e Cina

Una nuova scossa di terremoto ha colpito il Nepal, il paese già messo in ginocchio da un sisma di magnitudo 7.8 lo scorso 25 aprile. Secondo quanto riferisce il Servizio geologico degli Stati Uniti, che monitora l'attività tellurica in tutto il mondo, la scossa che questa volta ha colpito il Paese asiatico è di magnitudo 7.3. In un primo momento, le stime parlavano di 7.4 punti sulla scala Richter. Torna la paura a Katmandu: le foto



Le vittime

Secondo fonti della polizia le vittime in Nepal di questa nuova scossa sarebbero almeno 42, di cui 3 a Kathmandu e 4 a Chautara dove è crollato un palazzo. I feriti sono almeno 1117, annuncia il ministro dell'Interno nepalese. Diciasette le vittime in India, tra cui un operaio morto in un cantiere edile nel distretto di Siwan, mentre una bambina non è riuscita a fuggire in tempo da un edificio crollato nel distretto di Patna. Dodici altri bambini sono rimasti feriti in una scuola nel distretto di Darbhanga. Una vittima anche in Cina. Tutte le foto del sisma

12 persone estratte vive dalle macerie

Sono invece 12 - per ora - le persone estratte vive dalla macerie in Nepal: nove a Dholaka (regione dell'Everest) e tre a Kathmandu. È quanto riferisce il Centro nazionale per le operazioni di emergenza (Neoc) in un tweet.
Epicento alla base dell'Everest
L'epicentro è stato localizzato alla base dell'Everest a circa 83 chilometri a nordest di Kathmandu, nella zona tra Dolakha e Sindhupalchowk, (quest'ultima l'area dove ci sono stati oltre un terzo delle vittime del precedente sisma) a una profondità di circa 18,5 chilometri. La scossa è stata avvertita fino a Nuova Delhi, in India, mentre a Kathmandu molte persone sono fuggite dagli edifici riversandosi nelle strade. Il terremoto che ha colpito il Nepal poche settimane fa è costato la vita a oltre 8mila persone e ne ha ferite altre 17.800. Sky TG24 nei villaggi non ancora raggiunti dai soccorsi

Le testimonianze
«Sono tutti in strada con il fiato sospeso in attesa che le scosse finiscano. I negozi stanno chiudendo e tutte le attività sono paralizzate» ha raccontato all'Ansa Chiara Mastrofini, cooperante italiana impegnata in un progetto in un orfanotrofio alla periferia di Kathmandu. Al momento della scossa, la volontaria si trovava fuori e sta ora tornando verso la propria residenza. «La scossa è stata molto forte - ha aggiunto - e la gente si è precipitata fuori dalle case. Tutto è immobile ora». Anche l'account twitter dell'agenzia Onu per gli aiuti umanitari ha postato un'immagine che mostra le persone in strada dopo la scossa. Il dramma degli aiuti umanitari

Sport Breaking News

"Calcio italiano di m...": squalificato Benitez

Parma-Roma: multato Higuain. Roma, stagione finita per Gervinho

Il giudice sportivo ha punito con una giornata di squalifica l’allenatore del Napoli, Rafa Benitez "per avere, al termine della gara, uscendo dal terreno di giuoco, proclamato ad alta voce "questo è il calcio italiano di m....." infrazione rilevata dai collaboratori della Procura federale al termine di Parma-Napoli valida per la 35esima giornata del campionato di Serie A. All'attaccante azzurro, Gonzalo Higuain, è stata invece inflitta una ammenda di 10mila euro "per avere, al termine della gara, sul terreno di gioco, rivolto un pesante insulto al portiere della squadra avversaria; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura federale". Il Napoli ha già annunciato un ricorso d'urgenza contro la squalifica dell'allenatore spagnolo. Tutte le ultime


Mirante: «La multa? Paghiamo metà per uno»

«Dopo la partita Gonzalo mi ha mandato un messaggio e per me era già finito tutto. In campo queste cose succedono, ma poi un minuto dopo finisce tutto. Il nervosismo del momento era anche dettato dal fatto che è stata una partita tirata, noi ogni settimana siamo anche impegnati in vicende extracalcistiche e quindi si trattava di una normale tensione agonistica», spiega il portiere del Parma a Radio Kiss Kiss. «La multa di 10mila euro? Farei così: 5mila euro io e 5mila Gonzalo così chiudiamo definitivamente il discorso».

Roma, stagione finita per Gervinho
Stagione praticamente finita per Gervinho. L'attaccante della Roma, sostituito col Milan per un infortunio, ha svolto in mattinata esami clinici e strumentali che hanno evidenziato una lesione di primo grado del bicipite femorale destro. L'ivoriano ha già iniziato le terapie del caso (ha svolto fisioterapia e palestra a Trigoria) ma sarà costretto a saltare le ultime tre gare di campionato con Udinese, Lazio e Palermo. Inter, si ferma Guarin

In primo piano

Renzi: Pd pulito, sinistra masochista perde ovunque

Il premier a tutto campo su minoranza e pensioni: «In Campania candidati invotabili». Incontro a Palazzo Chigi con i sindacati sul ddl scuola

«Il Pd fa i conti con una grande opportunità e una crisi di crescita, se vedo i numeri di quelli che se ne sono andati e di chi è arrivato, soprattutto da Sel, il numero è positivo. Siamo aumentati anche nell’ala sinistra. Non è vero che c’è il rischio di smottamento al centro». Così il premier Matteo Renzi, intervistato da Repubblica Tv, nega derive centriste e attacca quella che definisce «la sinistra masochista», che in Liguria perde per far vincere Forza Italia, mentre come in Gb è la «sinistra riformista» quella che vince. «Chi se ne va - prosegue il presidente del Consiglio - merita tutto il rispetto. Ma chi se ne va, è per fare cosa: io voglio bene a Pippo Civati, ma sono andato a vedere sul sito e c'è scritto “aderisci a civati.it”. A un cognome. È il colmo, dicevano a me di personalizzare».



«Pd non morirà democristiano»
« Il Partito della Nazione non è un minestrone in cui entra di tutto - ha spiegato Renzi - È un partito di sinistra con una visione riformista del paese che si allarga ad elettori che possono avere anche una visione più radicale. Mi sembra del tutto evidente che gli elettori del Pd non moriranno democristiani». «Dentro al Pd  - ha proseguito - ci sono espressioni varie, ma non è che se non ci sono Massimo D’Alema e Pier Luigi Bersani non c’è più la sinistra dei Ds. La sinistra è una grande esperienza nella quale possono convivere anime diverse». E cita Paolo Gentiloni e Federica Mogherini. «Spero che Stefano Fassina rimanga - ha proseguito - ma se non rimane è un problema suo. Forse non se lo ricorda Fassina quando il Pd perdeva davvero». Parole a cui ha risposto a stretto giro l’ex capogruppo del Pd alla Camera Roberto Speranza: «Renzi sbaglia. Non è un problema solo di Fassina se uno come lui ha dubbi sul Pd. È un problema di tutto il Pd». Intanto la presidenza del gruppo Pd della Camera ha deciso di rinviare a dopo le elezioni regionali l'assemblea per l'elezione del nuovo capogruppo, convocata per domani alle 14. A quanto si apprende da fonti parlamentari del partito, la decisione è stata presa "per evitare un possibile momento divisivo, dopo le tensioni sull'Italicum, prima del voto amministrativo".



Gli impresentabili delle liste in Campania
Quanto alla Campania e alcuni candidati definiti impresentabili contro i quali si è schierato anche Roberto Saviano, Renzi ha ribadito che il Partito Democratico è pulito, «ma alcuni non li voterei mai». E ha garantito: «Non si può addebitare al Pd il fatto che una lista civica di supporto abbia presentato quei candidati. Il Pd di impresentabili non ne ha».



«Approvare legge anti-corruzione»
Renzi è poi intervenuto anche sulla legge anti-corruzione, già approvata al Senato e che ora attende il via libera da Montecitorio. «Sarebbe bellissimo che i deputati lavorassero anche nell’ultima settimana di maggio, quella pre-elettorale, per approvare la legge anticorruzione entro questo mese», ha detto il premier.



Scuola, «serve più autonomia»
«Giovanni Berlinguer aveva immaginato la scuola come la scuola dell’autonomia, una invenzione dell'Ulivo di inizio anni Novanta - ha spiegato Renzi - Siamo disposti ad ascoltare i sindacati su tutto. Ma la scuola funziona se è di tutti e non siamo disposti a bloccare la qualità nella scuola». E sulla questione precari su cui si concentrano buona parte delle proteste di questi giorni, Renzi è stato categorico: «Si entra a scuola per concorso, dopo aver portato dentro i precari che ne hanno diritto, e quando hai un albo degli insegnanti, il preside deve poter dire io metto tizio o caio in quella classe», ma «tutti i precari della scuola non possono essere assunti. Perché nella scuola si entra per concorso. Non puoi pensare che improvvisamente prendi 400mila precari e li metti dentro». A ruota, la precisazione: non ci sarà un decreto per assumere i precari sulla scuola perché «possiamo assumere solo se cambia il modello organizzativo» previsto nel disegno di legge.



Oggi, intanto, sono iniziati a Palazzo Chigi gli incontri del governo sulla riforma della scuola. Primo appuntamento in programma quello con i sindacati. Domani invece, sempre secondo quanto si è appreso, il governo incontrerà anche le associazioni degli studenti e dei genitori. La settimana scorsa, incontrando una delegazione del Pd, i sindacati avevano appunto sollecitato un confronto con l'esecutivo.



Pensioni: «la sentenza non ci obbliga a restituire tutto»
Ancora il nodo pensioni, dopo la sentenza della Corte costituzionale: «Una norma del governo tecnico di Mario Monti, votata anche da quelli che in parlamento oggi fanno gli smemorati (e cita Renato Brunetta di Forza Italia, ndr)» è stata giudicata incostituzionale. «Ebbene, noi verificheremo cosa dice la sentenza e poi vedremo. La sentenza non dice che bisogna restituire tutto. Lo affronteremo il prima possibile», ma il premier non chiarisce se ciò avverrà prima o dopo le elezioni regionali e non fornisce cifre nel merito delle restituzioni: «Dobbiamo prima verificare, è evidente che si pone un problema nei conti pubblici ma è del tutto alla nostra portata: rispetteremo i parametri Ue, i saldi non cambieranno».



Ieri intanto una delegazione della Lega, guidata dal leader Matteo Salvini, ha simbolicamente occupato il ministero dell’Economia per protestare sulla questione delle pensioni. «Soldi a tutti con una lettera di scuse», è stato il commento del segretario del Carroccio a chi gli chiedeva cosa dovesse fare or ali governo per risolvere il problema creato dalla sentenza della Corte. In ogni caso, ha rassicurato il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, la soluzione del governo sarà annunciata «entro pochi giorni».



Ue: ok flessibilità ma intervenire su pensioni
L'Italia può essere considerata «eleggibile» per la clausola delle riforme richiesta per il 2016 a condizione che «attui adeguatamente le riforme concordate che saranno monitorate» dall’Ue, e che «prenda le misure necessarie per compensare l'impatto della decisione della Consulta». Così la bozza di raccomandazioni Ue, che sarà consegnata domani, secondo le indiscrezioni dell’ultima ora. «Alla luce delle nuove informazioni dopo la sentenza sulle pensioni - si legge - un rapporto sul debito (126,3) potrebbe essere più in là considerato necessario. In attesa di questo e di altri chiarimenti le conclusioni di febbraio (che promuovevano l’Italia, ndr) possono essere considerate valide». Nello scorso rapporto l’Italia, nonostante non rispettasse la regola del debito, si è salvata dalla procedura di infrazione grazie alla flessibilità Ue, che ha tenuto in conto come «fattori rilevanti» le riforme avviate e le condizioni dell'economia «molto cattive». Le raccomandazioni di domani, preso atto della sentenza della Consulta sulle pensioni di cui non si conosce ancora l’impatto sui conti 2016, rinvierà quindi ad un nuovo rapporto sul debito da preparare «in una fase successiva» per avere un quadro più preciso dell’impatto sul debito.

In primo piano

Concordia, ultimo viaggio verso la demolizione

Il relitto della nave, naufragata il 13 gennaio del 2013, è arrivato nel porto di Genova, dove sarà smantellato. Sarà riciclato oltre l'80%

Dopo 10 mesi dal suo arrivo dall'isola del Giglio, dove era naufragata il 13 gennaio 2012 facendo 32 morti, il relitto di Concordia ha preso nuovamente il mare ed ha raggiunto la sua ultima destinazione, l'ex Superbacino del porto di Genova dove verrà smantellata. Morirà dunque nella stessa città dove è nata la nave da crociera il cui nome resterà nella storia legata ad una delle più grandi tragedie della marineria italiana. Durante questi mesi in cui è stata ormeggiata al porto di Prà è stata alleggerita di 5700 tonnellate di materiali per un minor pescaggio necessario per entrare nell'ex Superbacino. Lo speciale sulla Costa Concordia



Sarà riciclato l'80% del relitto

Il relitto verso le 11 è arrivato alla banchina dell'ex superbacino nell'area delle Riparazioni Navali. Qui saranno effettuati i lavori di smantellamento e riciclo del relitto: sarà ricilato l'80 per cento della nave. Durante questa fase si procederà anche alla pulizia delle cambuse e delle celle frigo presenti al ponte 0. La manovra di arrivo e ormeggio alla banchina dell'ex superbacino è avvenuta con l'ausilio di 8 rimorchiatori portuali. Tutte le foto



4 fasi per la demolizione

Soltanto verso la fine del 2015, però, terminerà la demolizione della Costa Concordia. A fine anno, infatti, lo scafo ormai nudo' della nave sarà nuovamente trasferito nel bacino di carenaggio 4 del porto di Genova, dove prenderà avvio la quarta e ultima fase della demolizione, che porterà alla definitiva scomparsa della Concordia. Dal naufragio all'arrivo a Genova: la timelapse

Economia

Verizon compra Aol, operazione da 4,4 miliardi

La compagnia punta sulla convergenza tra tlc e contenuti video. Nella scuderia entrano anche The Huffington Post e TechCrunch

Verizon acquista Aol per 4,4 miliardi di dollari. Un accordo tutto in contanti che valuta AOL 50 dollari per azione, con un premio del 23% rispetto alla media degli ultimi tre mesi. Lo riporta il Wall Street Journal. Con l'acquisto di Aol, infatti, Verizon mette le mani su portali di rilievo internazionale come The Huffington Post, TechCrunch, Engadget, MAKERS e lo stesso Aol.com.


L'acquisizione rientra nei piani di Verizon di crescere nei video sui dispositivi mobili e nella pubblicità. Con AOL, Verizon acquista la tecnologia avanzata per lo vendita della pubblicità e per i video di alta qualità. Verizon ha annunciato nei mesi scorsi la sua intenzione di lanciare un servizio video per i dispositivi mobili, con un mix di contenuti a pagamento e non senza però tentare di replicare il modello della televisione. Time Warner ha deciso lo spin off di Aol nel 2009. Aol ha chiuso il 2014 con ricavi per 2,5 miliardi di dollari e un utile di 126 milioni di dollari. L’unione di Verizon e Aol «crea quella che ritengo la maggiore società mobile e video degli Stati Uniti» afferma Tim Armstrong, amministratore delegato di Aol.

Wsj, accordo mostra “impero decadente”, no potere reti
L'annuncio a sorpresa dell'acquisizione di AOL da parte di Verizon mostra come le «reti di comunicazione fisiche» non sono un vantaggio competitivo, come il «potere delle reti» sta svanendo. Lo erano qualche anno fa, ma ora la tecnologia cellulare è solo un “back up” grazie alle reti wi-fi e a Google e Facebook con i loro dirigibili e le reti a fibra ottica. Lo riporta il Wall Street Journal, sottolineando che quando è stato lanciato l’iPhone nel 2007, Apple e Verizon avevano la stessa capitalizzazione di mercato, 115 miliardi di dollari. Apple vale ora 735 miliardi di dollari, il doppio di Verizon e At&t messe insieme. L’acquisizione di Aol, per il Wall Street Journal, mostra un «impero decadente più che il potere delle reti». Per Aol la vendita è l’ultimo capitolo di una storia che ha visto la società specializzarsi negli ultimi anni nei media e nel marketing digitali, dopo essere stata uno dei pioneri della connettività web ed essere passata, n el 2000, attraverso la maxi fusione da 183 miliardi di dollari con Time Warner, che gli osservatori statunitensi definiscono oggi «una delle più disastrose fusioni societarie di sempre».

Cronaca

Tassista violentata, Radiotaxi: "Non chiamatelo raptus"

La consigliera della cooperativa a Sky TG24: “Era un rapinatore abituale di taxi". E per la sicurezza si pensa all'installazione di telecamere

«Non chiamatelo raptus». Simone Borgese «era un rapinatore abituale di taxi». Queste le parole ai microfoni di Sky TG24 di Maura Trillò, consigliera della cooperativa Radiotaxi. Il 30enne, padre di una bimba di 7 anni, che ha aggredito e poi violentato una tassista era solito non pagare le corse, dice Trillò. «A suo carico ci sono già 7 denunce. E ci sono altri colleghi che sono stati rapinati da Borgese ma non lo hanno mai denunciato. Invito tutti a farsi avanti» aggiunge. La confessione dell'aggressore



Telecamere dentro i taxi

Le colleghe della tassista violentata a Roma, intanto, non nascondo la loro paura. E monta in questi giorni la polemica sulla sicurezza a bordo delle auto. Una delle possibilità individuate, ma ancora da discutere, potrebbe essere l' installazione di minitelecamere all'interno dei taxi della capitale. L'identikit dell'aggressore

Madre Borgese: mio figlio non è un mostro

E dalle colonne del quotidiano Il Tempo interviene la mamma dell'uomo che ha aggredito la 43enne e che ora è in carcere a Regina Coeli: «Mio figlio deve pagare per quello che ha fatto. Però vi prego di credermi, vi supplico: Simone non è un mostro». E aggiunge: «Dovete concedermi di spiegare a tutti chi è davvero Simone. Il figlio di un padre alcolizzato, un barbone, un violento con il quale ha vissuto da quando me ne sono andata via di casa nel 2005, stanca di essere picchiata e maltrattata ogni giorno».



La vittima: io rovinata per sempre

Quell'uomo, dice però a Repubblica la vittima della violenza, « ha rovinato per sempre la mia esistenza, il fatto che ora sia dietro le sbarre e che la polizia lo abbia catturato in poco tempo è da una parte un sollievo perché non potrà più far male ad altre persone, ma quello che ha lasciato in me non passerà mai».

Esteri

Cuba, si rivede Fidel: riceve Hollande all'Avana

È la prima visita di un capo di Stato occidentale dopo la distensione con gli Stati Uniti. E il Papa sarà a Cuba dal 19 al 22 settembre

Fidel Castro era «estremamente informato ed attento». Così il Presidente francese François Hollande ha descritto l’ottantanovenne Lider Maximo di Cuba, dopo essere stato ricevuto nella sua residenza privata all'Avana. Questo è stato il primo incontro di un leader straniero con il padre della rivoluzione cubana dopo che, nel dicembre scorso, è iniziato un processo di distensione fra Cuba e gli Stati Uniti, culminato con la stretta di mano fra il presidente Usa Obama e Raul Castro, fratello di Fidel ed attualmente a capo del Paese. Disgelo Usa - Cuba: stretta di mano Obama - Castro


Un uomo informato

L’incontro fra i due leader è stato in dubbio fino all’ultimo momento, considerando la salute precaria di Castro, ma alla fine è stato possibile un faccia a faccia di circa 50 minuti. «L’ho trovato estremamente attento, estremamente informato, aveva voglia di parlare» ha commentato Hollande, precisando poi come Fidel abbia evitato di affrontare argomenti politici per non sconfinare nel territorio del fratello Raul. «Non aspira ad esercitare un potere», ha poi detto il Presidente francese «Né ha recitato la parte dell'ex combattente rivoluzionario: se fate parte della storia, non avete bisogno di ricordarla. È quando non ne fate parte che siete obbligato a farlo». Storia cubana: le foto

Critiche in Francia
L’incontro con Castro ha attirato non poche critiche in Francia. «Non vedo quale onore ci possa essere a incontrare quello che è stato una dei dittatori della peggior specie», ha detto su Bfm-tv l'ex ministro della destra Bruno Le Maire, sottolineando che il lider maximo ha «oppresso migliaia di cubani, riempiendo le prigioni, e asfissiando la libertà d'espressione». Commenti fortemente negativi sono arrivati anche da molti altri esponenti della destra neogollista Ump, ma Hollande ha poi chiarito che con catrso non vi è stato alcun accenno di politica interna «Se bisognasse passare da Cuba per riunire la sinistra. Questo viaggio non aveva questo significato» ha commentato. L'incontro con il Papa

Attualita

Bandiere blu 2015: in Italia 280 spiagge al top

147 i Comuni premiati, 11 new entry, 66 gli approdi turistici. La Liguria prima regione

147 comuni, 280 spiagge, pari al 7% del totale dei premiati a livello internazionale, e 66 approdi: sono questi i numeri dell’ eccellenza italiana. Anche quest’anno la Fee (Foundation for environmental education) ha premiato il nostro paese con 280 Bandiere Blu, il riconoscimento assegnato in base a specifici criteri guidati dallo “spirito verde”.

Rispetto della natura e servizi

Per potersi fregiare di questo riconoscimento, i luoghi devono rispondere a determinati parametri, che vanno «dall’assoluta validità delle acque di balneazione», che devono essere “eccellenti”, fino all’efficienza della depurazione, alla raccolta differenziata  ed alle aree pedonali, piste ciclabili e spazi verdi a disposizione dei turisti. Una valutazione globale, quindi, che mette a confronto sia il rispetto della natura sia la generalità dei servizi disponibili sulle spiagge.

11 nuovi ingressi e 4 uscite
Un trend di eccellenza in crescita, dal momento che quest’anno sono 7 i comuni in più rispetto allo scorso anno. A dominare la classifica delle regioni più premiate la Liguria, con 23 località e ben 3 nuovi ingressi (Borghetto S.Spirito, Taggia, S.Margherita Ligure), seguita dalla Toscana con 18 e dalle Marche con 17. Fra le new entry Capaccio, in Campania e Castellaneta in Puglia, poi Terracina nel Lazio, Cannobio in Piemonte, Castelsardo e Sorso in Sardegna, Tusa in Sicilia e Rosolina in Veneto.

Costume

Napoli diventa una griffe: sartoria casual verso Parigi

Il nuovo progetto di un imprenditore napoletano. Il lancio a Milano e la presentazione a Parigi

di Carla Pacelli

Giusto un anno fa la celebre fashion reporter Suzy Menkes consacrava la sartoria partenopea definendo Napoli «un paradiso del lavoro artigianale», un luogo dove anche le persone comuni che siedono su una panchina del centro «indossano giacche eleganti in tweed o lino leggero confezionate su misura».
Eppure a Napoli non esiste solo l'abito sartoriale. Negli ultimi anni sono nati nuovi marchi di successo che, diversamente, si sono focalizzati su una moda più casual e sportiva, sicuramente con prezzi più accessibili seppur con grande attenzione alla qualità. È il caso di West Naples, un progetto che è stato appena lanciato in collaborazione con PlasMA, la neonata galleria di Nicola Guiducci, storico fondatore del locale notturno che ha fatto la storia delle notti milanesi, il Plastic. Per l’occasione West Naples ha realizzato una T-Shirt unisex in limited edition con un’immagine tratta da uno dei soggetti di Danceries (un ballerino del teatro La Scala) la prima mostra presentata a PlasMA, realizzata con gli scatti dello stesso Guiducci.

Non solo T-Shirt

Dietro il marchio West Naples c'è l'idea dell’imprenditore napoletano Federico Calvaruso che, il prossimo giugno al salone Tranoï  (http://www.tranoi.com/) durante la "semaine de la mode" di Parigi, presenterà ufficialmente una Capsule zero per la primavera-estate 2016. Al centro c'è Napoli, con tutte le sue suggestioni, quelle care a personaggi quali Totò e Clarke Gable che vestivano la classica giacca con manica a mappina (“straccio” in dialetto), ma anche a un mondo più moderno, evoluto, attento alle novità, non necessariamente modaiolo, non per forza in giacca e cravatta. 


Italoamericano di nascita, napoletano di cuore

«Non faccio parte di questo mondo – racconta Calvaruso, classe 62, nato al Vomero (il quartiere a Ovest di Napoli, da cui il nome del marchio) da padre napoletano e mamma di origini americane – ma ho sentito il momento di cambiare strada e dedicare il mio lavoro alla mia città». Calvaruso ha lasciato un lavoro da Financial Controller con esperienza prima in una casa editrice per 10 anni, poi in una farmaceutica per quasi 4 anni. «Il progetto zero – aggiunge - parte da una serie di T-Shirt e felpe customizzate da artisti e personaggi, chiamati a raccontare la loro visione di Napoli». Il resto siamo certi che farà parlare di sé. Basterà guardarsi in giro e fare attenzione alle panchine in città...

Sport

Tennis, out la Pennetta. Ma è Totti il re del Foro

Agli Internazionali Flavia subito fuori. Show del capitano della Roma con Djokovic

Flavia Pennetta esce al primo turno degli Internazionali Bnl di Roma. L'azzurra, numero 26 del mondo, è stata battuta dall'ucraina Elina Svitolina, numero 19 del ranking Wta, con il punteggio di 6-4, 6-2 in un'ora e 18 minuti di gioco. Per quanto riguarda gli altri risultati del tabellone femminile la russa Gavrilova ha sconfitto la svizzera Bencic 6-7(2) 7-5 6-2, passa il turno la rumena Dulgheru grazie al 6-7(2) 6-3 6-3 sulla giapponese Misaki Doi. Qualche difficoltà della spagnola Navarro per avere la meglio sulla tedesca Barthel in tre set 6-4 2-6 6-3. Le ultime dal Foro

Totti re del Foro
Un evento benefico organizzato dalla fondazione Roma Cares ha portato la squadra di Garcia sulla terra rossa degli Internazionali. Insieme al capitano, che ritrova il sorriso dopo il ko di San Siro, anche De Rossi, Florenzi e Nainggolan. Protagonista principale, la coppia Djokovic-Totti. Tutte le foto

Esclusiva di oggi

Il "James Dean" degli anni 80 è tornato

Matt Dillon parla della nuova serie Wayward Pines e confessa un sogno: essere diretto da Sorrentino

di Barbara Nevosi

Londra - Gli occhi scuri, intensi. Il volto è meno affilato di quando era un ventenne, ma il fascino da “ James Dean degli anni '80” è intatto. È cresciuto Matt Dillon, ha 51 anni e alle spalle una carriera cinematografica di tutto rispetto, che ha preso il volo nel 1983 con “I ragazzi della 56esima strada” di Francis Ford Coppola. Abbiamo incontrato l’attore qualche settimana fa nella City, dove è arrivato per presentare la serie “Wayward Pines”, (in prima mondiale su Fox giovedì 14 maggio ore 21.00) e in contemporanea in 125 paesi nel mondo. È tratta da “I misteri di Wayward Pines”, il romanzo di Black Crouch, atmosfere mistery e un cast che va da Juliette Lewis a Melissa Leo. Nel frattempo ieri, all’Auditorium Conciliazione di Roma, è stato proiettato in anteprima il primo episodio di questo thriller psicologico diretto da M. Night Shyamalan, il regista de “Il sesto senso”.

Mr. Dillon, lei è Ethan Burke, agente dei servizi che si ritrova a Wayward Pines nell’Idaho. Secondo lei in una serie tv i primi 50 minuti della storia sono determinanti?
«Non credo. In questo caso spiegano la logica del mio personaggio che, dopo un incidente, ha perso i documenti e l’identità. Fin dall’inizio non si capisce cosa sia reale e cosa no».

È davvero una via di mezzo tra "Lost" e "Twin Peaks" come l’hanno definita?
«Forse per le atmosfere, ma è impossibile paragonarsi a David Lynch. Wayward è avvincente, un dramma psicologico che sconfina nella fantascienza, un po' stile Stephen King».

A proposito, la divertono la fantascienza e il fantasy?
«Più che la fantascienza mi piace il racconto. Sono molto legato al fumetto "Flash Gordon" perché l’ha creato mio zio (Alex Raymond ndr.)».

Le serie tv per qualità stanno soppiantando i film, cosa ne pensa?
«Sono un attore e recito un personaggio, non importa quale sia il canale. Le serie possono realizzare meglio di un film le potenzialità di un buon libro. Ma la tv è solo un mezzo».

Lei ama molto l’Italia, Federico Fellini è uno dei suoi registi preferiti. Se potesse scegliere un italiano vivente, da chi le piacerebbe essere diretto?
« Paolo Sorrentino. “La grande bellezza” è potente, un film d’autore che mette al centro gli esseri umani e le loro storie. Mi piace anche Tornatore. C’è molto fermento in Italia, mi sembra un buon momento per il vostro cinema. Toby (Jones, suo collega sul set di "Wayward Pines" ndr.) ha avuto la fortuna di lavorare con Matteo Garrone (Jones è uno dei protagonisti de "Il racconto dei racconti" in concorso al Festival di Cannes» ndr.).

Da 10 anni sta lavorando ad un documentario su un musicista messicano, a che punto è?
«È una cosa che sanno in pochi (sorride ndr.). Non è ancora pronto. Devo terminarlo».



La fotogallery della serata di presentazione

Carolina Crescentini

Isabella Ferrari


Alessandro Roja

Sky Evening News – La giornata in 10 notizie

Ecco il giornale della sera di Sky!

Una grafica sempre più moderna, semplice, accattivante, per rendere sempre più immediata la consultazione quotidiana da qualsiasi mezzo: pc, smarthone, tablet. E tanti fantastici contenuti, dal tweet del giorno all'approfondimento esclusivo di giornata sull'attualità, le tendenze, il costume, la cultura, lo sport, i modi di vivere. E poi il meteo regione per regione, il video più curioso del web e il commento sui fatti dell'attualità e dello sport affidato ai giornalisti più autorevoli della galassia Sky.


Due milioni di abbonati a Sky ricevono già Sky Evening News, dal lunedì al venerdì intorno alle 18.
E tra questi, oltre un milione di persone già la seguono con interesse più volte durante la settimana, facendo registrare una media di 300 mila aperture totali ogni giorno. Un pubblico di riferimento adulto, attivo, con una maggiore concentrazione nelle fascia d'età 30-40 e 40-50 anni e una leggera prevalenza maschile.
Il prodotto è nato per soddisfare la richiesta di una informazione rapida, sintetica sulle novità del giorno appena trascorso da parte di quella fascia della popolazione attiva che durante la giornata non sempre ha il tempo di andare a cercare le notizie.

È a loro che si rivolge Sky Evening News: attraverso una mail che ti raggiunge alle 18 sul pc, il tablet, gli smartphone touch e no touch. E basta un clic per scoprire le 10 principali notizie della giornata.Non manca uno sguardo ai principali appuntamenti televisivi della serata su Sky, per fruire al meglio dei contenuti della pay tv e sfruttare al massimo l'abbonamento.
Con pochi clic, inoltre, attraverso Sky Evening News è possibile programmare direttamente la registrazione dei propri programmi preferiti su My Sky. Per ogni contenuto anche approfondimenti dedicati con fotogallery, video, interviste e curiosità e link a Sky.it.

Buona serata con Sky Evening News!

Flavio Natalia
Direttore di Sky Life e Sky Evening News

Bayern Monaco-Barcellona

Champions, semifinale di ritorno: il Barça di Messi fa visita a Guardiola per difendere il 3 a 0 dell'andata

La UEFA Champions League 2014/15 è ormai alle battute conclusive. Soltanto 90 minuti separano le quattro squadre ancora in corsa dalla finalissima del 6 giugno. Questa sera l’Allianz Arena eleggerà la prima finalista del torneo. Di fronte i padroni di casa del Bayern Monaco e il Barcellona, con gli spagnoli forti del rotondo 3-0 dell’andata.Diretta esclusiva del match su Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 1 HD, con fischio d’inizio alle ore 20.45. Telecronaca di Massimo Marianella e Massimo Mauro. A bordo campo Matteo Barzaghi.

Pre e post partita con Caressa e i suoi ospiti
L’incontro sarà preceduto dal consueto studio pre partita (dalle ore 20) e seguito dal post gara (fino alle 23.30), con Fabio Caressa, Gianluca Vialli, Paolo Rossi e Massimo Ambrosini. A seguire, su Sky Sport 1 HD, Sky Calcio 1 HD e Sky Supercalcio HD, dalle ore 23.30, appuntamento con “ Sky Football Night”, con Alessandro Bonan e Gianluca Di Marzio.

Una mano dal cielo

Da barista sfogato a idolo invidiato da ogni uomo: storia di un ragazzo con delle coinquiline “particolari”

Quando una mano ti cambia la vita: Tommy è un barista sovrappeso e nerd, ma possiede un paio di mani fantastiche, talmente belle che un’agenzia di modelli lo ingaggia e, soprattutto, lo manda ad abitare in uno spledido appartamento di South Beach con due top model belle e snob. Inizia così I live with models (Comedy Central, ore 21.00) la nuova esilarante sit com sulla vita insieme a delle viziate, ma stupende, supertop.

Sogno o incubo?
La vita di Tommy sembra diventata il sogno di ogni uomo: vivere insieme a delle donne bellissime e divertenti, ma non è tutto oro quello che luccica. Le sue coinquiline, infatti, si rivelano molto spesso ingestibili e il sogno potrebbe trasformarsi in un incubo, anche perché, come è facile immaginare, il debutto “zoolander” di Tommy in questa nuova realtà avrà lo stesso effetto dirompente di un elefante in una cristalleria.

Prima serie prodotta da Comedy Central

“I Live With Models” è la prima serie interamente ideata e prodotta da Comedy Central per il mercato internazionale e sarà trasmessa contemporaneamente in tutto il mondo. È interpretata da David Hoffman (“2 Broke Girls”) nella parte di Tommy, Brianne Howie e Rebecca Reid in quelli delle coinquiline Scarlet e Anna, Eric Aragon nei panni succinti del prestante modello Enrique, oltre alla partecipazione di svariate guest stars appartenenti al mondo della moda come l’indossatrice Poppy Delevigne.

Clicca qui per programmare la registrazione su My Sky

Intrigo e amore

Lev Dodin porta in tv il dramma di Schiller

Il Piccolo Teatro di Milano torna in tv con gli speciali realizzati da 3D Produzioni in esclusiva per Sky Arte HD, in un nuovo appuntamento in onda ogni martedì alle 20. La prima puntata degli appuntamenti Sky Arte HD @Piccolo Teatro di Milano è dedicata a Intrigo e amore (Sky Arte HD, ore 21.10), con la regia di Lev Dodin che mette in scena il dramma di Schiller ambientato nella Germania del '700, da cui Giuseppe Verdi successivamente trasse l’opera lirica Luisa Miller.

Differenze inconciliabili

In “Intrigo e amore” i giovani Luisa e Ferdinand si amano di un sentimento puro e nobile, ma il loro futuro è senza speranza, a causa della differenza di censo: Luisa è una borghese, Ferdinand un nobile. Il padre di Ferdinand è un uomo ossessionato dal potere, che esercita disonestamente circondato da indegni cortigiani. Anche nei confronti di Luisa il suo atteggiamento è ambiguo: sarebbe disposto a tollerare il concubinato del figlio, ma, conoscendo la serietà delle intenzioni del giovane, si oppone con violenza ad un possibile matrimonio. Ordisce quindi un oscuro intrigo con altri membri della corte, ricatta Luisa minacciandone i genitori e riesce nell’intento di separare i ragazzi. L’esito sarà tragico.

Una produzione "giovane e affilata"
“Giovane e affilata come una spada, la nuova produzione di Lev Dodin - ha scritto il Guardian - trasforma il dramma di Schiller in un’ amara riflessione sulla politica che, per il regista, si traduce in una machiavellica, spietata, cinica forma di corrotta oppressione”. Intrigo e amore ha vinto due "Maschere d'oro" come migliore spettacolo e per la migliore scenografia.

Clicca qui per programmare la registrazione su My Sky

Un rapper fra i Dj

Nella puntata di stasera i concorrenti avranno un giudice d’eccezione: il rapper Marracash

Per gli aspiranti deejay la competizione è sempre più dura: solo uno di loro sarà il vincitore. Stasera a TOP DJ (Sky Uno HD, ore 22.45) il tema della prova sarà l’Hip hop e chi sarà considerato il peggiore verrà eliminato, abbandonando cuffia e consolle.

Ospite d’eccezione
A decidere chi potrà continuare la propria corsa verso il successo la giuria formata da Albertino, Lele Sacchi e Stefano Fontana, ma con un ospite d’eccezione: il rapper, producer e grande fan dei featuring Marracash. Un giudice che non risparmierà complimenti, ma anche e soprattutto critiche se necessarie.

Disco d’oro
Status, questo il titolo dell’ultimo disco di Marracash, è uscito lo scorso 20 gennaio ed è già stato certificato disco d’oro. L’album, il quarto prodotto in studio dal rapper, è stato mixato da Anthony Kilhoffer, braccio destro di Kanye West, e si avvale di numerose collaborazioni, come Achille Lauro, Fabri Fibra, Coez, Salmo, 20 anni, Tiziano Ferro, Luché, Neffa e Guè Pequeno.

Clicca qui per programmare la registrazione su My Sky

Splende il sole

Ancora alta pressione con cieli sereni e temperature stabili su tutta la penisola


Nord: Ulteriore rinforzo dell’alta pressione con cieli sereni o poco nuvolosi su tutte le regioni. Tra il tardo pomeriggio e la serata possibilità di sporadici piovaschi sui rilievi alpini. Venti deboli e mari poco mossi.

Centro: Tempo stabile e caldo. Cieli sereni ovunque o velati da stratificazioni di passaggio soprattutto sulle regioni adriatiche. Ventilazione debole e mari poco mossi.

Sud: Situazione invariata con tempo stabile e ampiamente soleggiato. Lievi velature dal pomeriggio in transito sulle aree adriatiche. Venti deboli con mari poco mossi, localmente mossi i mari a Sud della Sicilia.
Temperature:in aumento al Nord con massime 25 e 30°C, più fresco sulla riviera ligure. Clima mite al Centro con temperature massime comprese tra 24 e 29°C. In lieve rialzo anche al Sud con valori diurni tra 22 e 27°C.

Clicca il meteo di Sky

Cinema e cucina

Una programmazione esclusiva dedicata ad una delle più importanti kermesse internazionali: il festival di Cannes. E poi Junior Masterchef 2

Cannes Cannes
Sky Cinema Cult HD, dalle 21.00
Da domani al 23 maggio, in occasione della 68° edizione del prestigioso Festival di Cannes, Sky Cinema Cult proporrà un ciclo di film premiati nelle edizioni precedenti. Inoltre da non perdere l’appuntamento con Sky Cine News, ogni sera su Sky Cinema 1 alle 21.00 per essere aggiornati sulla kermesse.
L’appuntamento si apre domani con un omaggio speciale ai fratelli Coen, presidenti della Giuria 2015, con alle 21.00 Il Grinta, remake del classico western con John Wayne e, a seguire, con il film vincitore del premio Oscar  2008  Non è un Paese per vecchi.

Tennis: Masters 1000 Roma
Sky Sport 2 HD e Sky Sport 3 HD, dalle 12.00
Fino a domenica 17 maggio, in diretta da Roma, il meglio del tennis mondiale maschile per la 72esima edizione degli Internazionali BNL d’Italia. L’uomo da battere è il serbo Novak Djokovic, numero uno al mondo e vincitore del torneo nel 2014.

Junior MasterChef 2
Sky Uno HD, ore 21.10
Sono rimasti in 10 a contendersi il titolo di secondo Junior Masterchef d'Italia. Nella Mystery Box, i piccoli chef cucineranno con l'aiuto del loro piu' caro amico. Il migliore otterra' un vantaggio nell'Invention Test, una prova molto difficile perchè gli ingredienti saranno scelti dal pasticcere Luigi Biasetto.

Studio XXXVLive – The Niro

Sky Arte HD, ore 20.30
Un esperimento cross-mediale dedicato al sound live di 10 artisti rappresentativi della musica indipendente italiana. Versioni inedite dei loro brani più belli, seguite da racconti intimi dei protagonisti, il tutto nella cornice dello storico Teatro 16 di Cinecittà. Ascoltiamo The Niro, nome d'arte di Davide Combusti.

Nurse Jackie 6
Sky Atlantic HD, ore 23.20
Il fidanzamento di Kevin lascia Jackie abbastanza sconvolta. Inoltre Frank le chiede di permettergli di trasferirsi da lei... Jackie non è pronta per tutto questo!

Coldplay Night
Sky Arte HD, ore 21.10
Sky Arte HD dedica una serata alla band alternative capitanata da Chris Martin: i Coldplay. Un live registrato nel 2003 di fronte alla folla dell'Hordern Pavilion di Sydney. Lo show racchiude un'ammaliante e indimenticabile scaletta che comprende le loro più famose hit come 'Yellow', 'Trouble', 'Clocks' e l'emozionante 'The Scientist'

The Future Revealed

Discovery Science HD, ore 23.00
I progressi dell'ingegneria genetica compiuti dalla scienza potrebbero essere utilizzati a vantaggio dell'umanità. Ma quali sono le questioni morali suscitate da questi nuovi sviluppi?

Kaguyahime – La principessa della Luna

Classica HD, ore 21.10
Il coreografo di origine ceca si confronta con la favola giapponese della principessa della luna che, scesa sulla terra per portare la pace, riesce solo a provocare nuovi conflitti. Una coreografia concepita sui ritmi tellurici del Circle Percussion: ensemble diretto dal musicista giapponese Maki Ishii - J.Kylian, coreografia

Il ritorno di Pedrosa

Il pilota della Honda, che si era fermato per un dolore al braccio, è pronto a correre sulla pista di Le Mans