Sky
Martedì 4 Ottobre 2016 Scoprila »

M5S compie 7 anni, gli auguri di Beppe Grillo: "Ora più forti"

Botta e risposta fra Renzi e Campidoglio. Dopo accuse della Muraro, ora è il PD a querelare la Raggi per “dichiarazioni diffamatorie”. Intanto emergono nuove indiscrezioni sull'indagine che riguarda l'assessore. A Roma Grillo ricorda la nascita del M5S e Casaleggio. Aggressione Colle Oppio, identificato uomo che ha violentato donna australiana. LE ULTIME
leggi di più >
In primo piano

Padoan: "Pil +1%, stima ambiziosa ma realizzabile"

Il ministro risponde alla critica di Bankitalia su Def. E Renzi annuncia: "Legge di Bilancio pronta la settimana prossima"

leggi di più >
In primo piano

Il Papa in visita nei luoghi del sisma: "Vi sono vicino"

Sorpresa ad Amatrice, poi ad Accumoli e a Pescara del Tronto: "Non volevo dare fastidio". Nuova scossa di 3.6 vicino Norcia

leggi di più >
Auguri WikiLeaks
Eslusiva di oggi
Curiosità

Ottobre? È il mese della palestra. I suggerimenti dei vip

Da Belen che si allena a Milano a Terence Hill che corre fra i canali di Venezia: ecco le star da imitare per tenersi o tornare in forma
leggi di più >
Cronaca

Stefano Cucchi bis, per i periti "fu morte per epilessia"

La morte del geometra romano, avvenuta una settimana dopo il suo arresto, "non sarebbe dovuta alle percosse ricevute in carcere"
leggi di più >
Esteri

Uragano ai Caraibi: vittime ad Haiti, migliaia di sfollati a Cuba

Allerta massima per il ciclone Matthew. Paura in molti Paesi: dall’isola cubana a Port-au-Prince, già devastata dal sisma del 2010
leggi di più >
Costume

Usa, il giallo dei clown che inquieta gli americani

Aumentano avvistamenti di persone mascherate. Non tutti sono innocui. Psicosi collettiva o marketing?
leggi di più >
Spettacolo

Hell’s Kitchen Italia: torna lo chef più diabolico della tv

Carlo Cracco pronto a infiammare i martedì di Sky Uno con la terza stagione del cooking show
leggi di più >
Sport

L’arbitro più bello del mondo? La russa Kostyunina

Fisico da pin up e fischiettto, la siberiana sa come tenere a bada gli uomini, dentro e fuori dal campo
leggi di più >

Ronaldo padre modello

CR7 non è solo un campione ma anche un papà amorevole, che non si perde neppure una partitella del figlio. E addirittura si improvvisa raccattapalle, anche se...

Confirmation, la forza della verità

Possono volerci anni per trovare il coraggio di denunciare chi ti ha molestata. Ispirato a uno scandalo che ha cambiato la storia, domani sera alle 21.15 su Sky Cinema 1 HD arriva il political drama targato HBO con Kerry Washington, Greg Kinnear e Wendell Pierce

Cosa vedere oggi su Sky
Janis  

CINEMA

Janis

Sky Cinema Cult HD, ore 21.00
La vita, la musica e la graffiante voce della cantante che nel rock raccontò il suo disagio
leggi di più

INTRATTENIMENTO

Chi sceglie la seconda...

Dove
ore 22.00
...casa. Coppie disperate cercano una seconda casa. Ci pensano Giulia Garbi e Manuel Casella
leggi di più

SERIE TV

Nina

Fox Life HD
ore 21.00
Nuova serie con protagonista un'infermiera: il primario del suo ospedale è anche il suo ex...
leggi di più

PRIMAFILA

X Men - Apocalisse

Sky Primafila
da oggi, anche on demand
Diretto da Bryan Singer, con un cast stellare, il nuovo capitolo della saga X-Men
leggi di più
Titolare dei dati è Sky Italia s.r.l. Via Monte Penice 7- 20138 Milano - Service Provider: Fastweb S.p.A., Via Caracciolo 51, Milano
Direttore Sky Evening News: Flavio Natalia

La notizia del giorno

M5S compie 7 anni, gli auguri di Beppe Grillo: "Ora più forti"

Botta e risposta fra Pd e Campidoglio. Dopo le accuse della Muraro, il PD querela la sindaca per “dichiarazioni diffamatorie”. Intanto emergono nuove indiscrezioni su indagine su assessore all’Ambiente. Grillo a Roma ricorda iìla nascita del M5S e Casaleggio. Poi ringrazia i netturbini: “Città pulita grazie a loro”. Aggressione Colle Oppio, identificato uomo che domenica ha violentato la donna australiana 


È guerra di querele tra il Pd e la giunta M5S di Virginia Raggi. Proprio ieri, Paola Muraro ha denunciato Matteo Renzi per le affermazioni che la collegano a imputati del processo sul presunto clan. Il presidente del Consiglio e segretario dem, irritato per la piega che sta prendendo lo scontro con i pentastellati non risponde direttamente ma lascia parlare il suo Partito che agisce con durezza querelando per diffamazione la sindaca Virginia Raggi: che al presidente del Consiglio aveva detto "non siamo mica il Pd".

Muraro: non mi dimetto
Ma oggi in Campidoglio è nuovamente bufera dopo le nuove indiscrezioni sull’indagine riguardante l’assessore all’Ambiente Paola Muraro. Dalle carte, secondo quanto riferito da diversi quotidiani, emergerebbero infatti nuovi dettagli che interessano l’odierno assessore ed ex consulente della municipalizzata dei rifiuti, che avrebbe ottenuto consulenze milionarie oltre che da Giovanni Fiscon -  sotto inchiesta per abuso di ufficio proprio con Muraro -  anche da Franco Panzironi, ex amministratore delegato Ama, imputato nel processo Mafia Capitale. Lei, però, non si arrende "Se la sindaca mi ha chiesto un passo indietro? No, ho il suo pieno sostegno" e a chi le chiede se alle luce delle nuove notizie emerse sul suo conto stia pensando a dimettersi ha risposto: "No, continuo a lavorare per Roma".

Consulenze sospette
Stando alle informazioni astrali, però, sarebbero ben sette le consulenze annuali sospette affidate dai vertici di Ama a Muraro. I pm, infatti, starebbero indagando su compensi extra versati all’assessore all’Ambiente per incarichi che avrebbero potuto essere svolti da dipendenti Ama.

Grillo fa gli auguri al M5S
intanto, mentre sul Campidoglio si affollano nuove nubi, il leader pentastellato Beppe Grillo, da Roma, ricorda la nascita del suo Movimento. “Buon compleanno M5S" è il titolo di un post di Grillo sul blog - con tanto di foto dell'ex comico assieme a Gianroberto Casaleggio - nel quale si ricorda come 7 anni fa i due presentarono "il programma delle 5 Stelle al teatro Smeraldo a Milano". "Oggi - rimarca Grillo - siamo qui più forti e uniti che mai. Determinati ad andare avanti per proporre la nostra idea di Paese”. Grillo ricorda poi l’amico e compagno Gianroberto Casaleggio “Era il giorno di San Francesco del 2009", scrive Grillo sottolineando: "Tante cose sono successe da allora. Abbiamo raggiunto risultati straordinari. Allora ci chiamavano 'altri' nei sondaggi, non eravamo neppure considerati. Poi hanno iniziato a prenderci sul serio. I primi sindaci, la Sicilia, le elezioni del 2013 come forza politica più votata, Italia 5 Stelle, la marcia per il reddito di cittadinanza, I sindaci di Roma e di Torino che Gianroberto non ha fatto in tempo a vedere".

Grazie ai netturbini
Il leader del Movimento 5 stelle, poi fa un saluto e un ringraziamento ai netturbini di Roma, “la città è più pulita grazie a loro che sono la forza più importante della città" afferma Beppe Grillo uscendo dall'hotel Forum insieme con Davide Casaleggio. I due terranno alla Camera, e non in albergo come previsto, l'incontro con i deputati M5s. Domani, invece, potrebbe avvenire un nuovo incontro fra la sindaca Virginia Raggi e Grillo, forse proprio per discorre la strategia nella capitale.

Arrestato aggressore della turista
Si stringe il cerchio attorno all'uomo che ha picchiato e violentato una donna australiana di 49 anni nel parco di Colle Oppio a Roma. Secondo quanto si è appreso, gli agenti della Squadra Mobile e del commissariato Viminale avrebbero identificato il responsabile che è al momento ricercato. Si tratterebbe di un cittadino dell'Est.

L'aggressione
A quanto ricostruito finora, la donna era andata domenica sera a ballare in un locale nei pressi della stazione Termini. Poi è stata vista allontanarsi con un uomo che, con ogni probabilità, è responsabile delle violenze. Il caso della donna australiana non è l'unico episodio di violenza registrato nella Capitale negli ultimi giorni. Proprio ieri la polizia ha fermato tre persone, tra cui una donna, accusate di essere autori di una violenza sessuale di gruppo nei confronti di una cittadina brasiliana, avvenuta lo scorso 25 settembre in una baracca vicino alla stazione Tuscolana.

Sport Breaking News

Balotelli Re di Francia

Intervista a 360° a Sky Sport. Stoccate a Milan e Liverpool. Nazionale, Ventura prepara il big match contro la Spagna. Sharapova, Tas riduce la squalifica

Quella di Balotelli sta assumendo i tratti di una storia di redenzione. L’attaccante torna sulla cresta della cronaca. Questa volta non per qualche bravata o per le critiche. Supermario ha messo la testa a posto, così pare. E in Francia ha trovato la molla per ripartire. Cinque gol in tre partite dicono le statistiche. Il Nizza è primo in classifica con 20 punti; il Psg segue. Un sogno per lui, che si è raccontato in esclusiva a Sky Sport, non risparmiando delle stoccate alle esperienze passate. Ora la Nazionale non è più off-limit. Intanto, Ventura è al lavoro per preparare il match di giovedì 6 ottobre contro lo Spagna, la sfida chiave del girone G per le qualificazioni di Russia 2018. Buone notizie per Maria Sharapova: il Tas riduce la squalifica a 15 mesi, dopo il fermo per due anni inizialmente comminato.

“Galliani fenomenale, tutto il resto è confusione”
Un Mario Balotelli a 360°, in esclusiva a Sky Sport, parla del suo momento proiettato verso la rinascita dopo le brutte parentesi di Liverpool e Milan. Non ci gira intorno Supermario: «Non erano ambienti ideali per me, non ho fatto errori tecnici o comportamentali, c'è stato solo l'infortunio ma quello non lo comando io - ha spiegato SuperMario - Mi sono trovato in due posti non adatti. Non è stata colpa di una persona». A Milano ci ha passato 77 partite, con 33 gol messi a segno. Ma le cose, soprattutto nel suo ritorno da Liverpool, non sono state rosa e fiori: «Il problema è l'organizzazione, una sola persona è fenomenale, ed è Galliani, tutto il resto è confusione». Quanto ai Reds: «Klopp non mi conosce, ho parlato una volta con lui, mi ha detto di andare da un'altra parte per fare bene e poi tornare. Allora l'ho salutato e gli ho detto che non ci saremmo visti più». L’attaccante classe ’90 ha poi parlato di questo periodo positivo e di questo ultimo approdo nizzardo: «All'inizio l'ho scelta per il clima, volevo un posto tranquillo ma bello, dove è difficile svegliarsi con il piede sbagliato. È stato un motivo in più per scegliere Nizza. C'è un gruppo di giovani, siamo quasi tutti coetanei». «Le squadre dove sono stato meglio? Per come sta andando il Nizza e poi il Manchester City, basta». Mario Balotelli si guarda indietro e "dimentica" Inter e Milan, bollandole come esperienze negative. «Amo il Milan, ho sempre amato il Milan, ma dopo l'ultimo anno... Sono dispiaciuto, tutto qua», aggiunge.

Mario il bravo ragazzo
E a Nizza sembra aver trovato anche il suo pubblico. Nella sua ultima partita contro il Lorient era stato espulso per doppia ammonizione. Subito c’è stato chi ha parlato del ritorno del “bad boy”. Non così i media francesi e i tifosi. Il Nice Matin ha titolato con un chiarissimo “Scandalo”. Sulla stessa linea d’onda l’Equipe e Rmc. Tutti contro l’arbitro Olivier Thual. Il giudice di gara avrebbe giudicato troppo severamente un accenno di testata nei confronti di un avversario. La sanzione potrebbe costare a Balo l’assenza dal prossimo big match contro il Lione. Eppure, parlando proprio a L’Equipe, Pascal Garibian, direttore tecnico degli arbitri francesi, ha dichiarato che Mr. Thual «ha riconosciuto che i due gialli per Balotelli e Moreira sono stati dati frettolosamente e che non avrebbero dovuti essere estratti». Che sia il preludio alla grazia? A testimoniare un cambio di mentalità, intanto, sembra esserci anche la risposta umile alle parole di Giampiero Ventura. Il ct azzurro aveva aperto uno spiraglio all’ipotesi di un suo ritorno con l’Italia, ma con dei distinguo. «Ho detto dal primo giorno da ct che non chiudo le porte della Nazionale in faccia a nessuno: Balotelli ha ripreso a giocare, e soprattutto a segnare. Ora però serve continuità». È il messaggio del ct della Nazionale all'attaccante del Nizza, fuori dal gruppo Italia da quasi due anni. E Balotelli ha risposto con parole caute e misurate: «Giusto non convocarmi perché non meritavo, meglio che Ventura mi convochi la prossima volta non questa perché voglio essere al top quando tornerò».

Russia 2018, Ventura e lo scoglio iberico. Romagnoli recupera
Nel frattempo Ventura deve pensare al giovedì torinese, quando affronterà la Spagna nel primo dei due match di qualificazione ai mondiali del 2018; poi, in rapida successione, c'è la Macedonia domenica a Skopje. «Molto importante anche se non già decisiva. Anzi, è particolarmente importante». Così Ventura inquadra la partita contro gli iberici. «Affrontiamo la più forte di tutto il girone, e per quello che ho visto una delle nazionali più forti in assoluto di tutto Europa». Sugli avversari ha le idee chiare: «È cambiata radicalmente nel modo di stare in campo con l'arrivo del nuovo ct, Lopetegui, è un'altra Spagna, con più adrenalina e convinzione rispetto a quella un po' sottotono vista agli Europei. Ma se diamo il 99 per cento niente ci sarà precluso». Buone notizie arrivano invece dall’infermeria. Alessio Romagnoli stamani si è allenato regolarmente in gruppo, confermando di aver smaltito la contusione alla coscia rimediata sabato scorso in allenamento, alla vigilia di Milan-Sassuolo. Salvo contrattempi, quindi, il difensore rossonero si candida ad un posto da titolare contro la Spagna, al posto dello squalificato Chiellini.

Sharapova, pena ridotta. In campo il 26 aprile
Da quanto si apprende nelle ultime ore, la squalifica della tennista russa Maria Sharapova è stata ridotta dal Tas da due anni a un anno e tre mesi: lo riferisce il presidente della Federazione di tennis russa, Shamil Tarpishev, citato dall'agenzia di stampa Tass. Il Tribunale arbitrale dello Sport aveva squalificato Sharapova per l'assunzione di Meldonium, dopo il divieto della Wada scattato l'1 gennaio 2016. Ora, la Sharapova potrà tornare a gareggiare il 26 aprile 2017.

Fifa, Infantino pensa in grande: "Mondiale a 48 squadre"
Gianni Infantino pensa in grande. Ospite dell'Università di Bogotà, in Colombia, il presidente della Fifa ha proposto, per il futuro, un Mondiale di calcio ampliato a 48 squadre, contro le 32 che compongono il format attualmente utilizzato. «Ci sono delle idee per trovare la soluzione migliore - ha detto il 46enne dirigente svizzero, eletto lo scorso 26 febbraio a capo della federazione internazionale dopo lo scandalo di corruzione che ha travolto Blatter e Platini - Discuteremo di ciò durante questo mese e decideremo entro il 2017, valutando ciò che è meglio». Il progetto di Infantino prevede un primo turno ad eliminazione diretta con sedici nazionali perdenti, così da riproporre, successivamente, il modello attuale dei Mondiali con una fase a gironi interpretata da trentadue squadre. Qualora passi il progetto di Infantino, potrebbe realizzarsi in occasione della rassegna iridata del 2022, che si terrà in Qatar.

In primo piano

Padoan: "Pil +1%, stima ambiziosa ma realizzabile"

Il ministro risponde alla critica di Bankitalia su Def. E Renzi annuncia: "Legge di Bilancio pronta la settimana prossima"

«Il Pil programmatico non è una scommessa. È la stima dell'effetto che la manovra produce sul prodotto». Lo ha detto il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, in audizione in Parlamento sulla Nota al Def rispondendo indirettamente alle valutazioni espresse da Bankitalia. «L’1% di Pil nel 2017 - ha proseguito - è un obiettivo ottimistico secondo alcuni, ambizioso secondo altri, ma realizzabile. Anche noi consideriamo che questo obiettivo sia ambizioso perché abbiamo il dovere di esserlo. Questa ambizione è sostenuta da una manovra che dà una spinta alla crescita».

Padoan: «Previsione riflette rallentamento economia globale»
Il ministro ha evidenziato però che «il recupero dei livelli pre-crisi si sta rivelando più lento di quanto desiderabile» perché il ritmo della ripresa «riflette il rallentamento dell'economia globale ed europea insieme all'insufficiente azione di riforma dell'economia italiana negli anni precedenti la crisi». Inoltre, «anche le riforme implementate richiedono tempo per dispiegare appieno il loro effetto. La manovra è costruita con la cura spesso invocata dal presidente della Bce e che ieri è stata richiamata durante l'audizione della Banca d'Italia». Padoan ha poi chiarito che «il saldo di bilancio corretto per gli effetti del ciclo economico nel 2017 viene stimato sullo stesso livello del 2016 (1,2%) ed è in linea con un percorso di consolidamento delle finanze pubbliche», ricordando che «la diminuzione dell'indebitamento netto, avviata nel 2014, si conferma anche nel 2017 e il deficit scende». La strategia del governo, ha aggiunto, «contempera il sostegno alla crescita e il consolidamento dei conti pubblici, mantenendo massima l'attenzione alla sostenibilità del debito nel medio e lungo periodo. Resta ferma l'intenzione di proseguire con il programma di dismissioni del patrimonio immobiliare e di privatizzazioni, frenato quest'anno dalle condizioni di elevata volatilità dei mercati».

Bankitalia: “Servono investimenti, spending review e privatizzazioni”
La risposta di Padoan richiama l’intervento di ieri di Luigi Federico Signorini (in foto), vicedirettore generale di Bankitalia, che ieri ha contestato le stime dell'esecutivo sulla crescita economica sostenendo che sono sono superiori al dato tendenziale. «Per centrarle, ha spiegato - servono misure per una rapida crescita degli investimenti». Secondo il vicedirettore di Via Nazionale, inoltre, bisognerebbe «favorire gli investimenti» e continuare con la spending review: «Gli effetti recessivi delle necessarie coperture finanziarie per la prossima manovra, che dovrà puntare al rilancio degli investimenti, potranno essere contenuti se si riusciranno a individuare sprechi da eliminare e a contenere i costi di funzionamento della amministrazione pubblica». Secondo Signorini, per ridurre il debito bisognerebbe inoltre mettere in atto «un’appropriata strategia di privatizzazione», che «non contribuisce solo a ridurre il debito: dovrebbe anche perseguire l'obiettivo di accrescere l'efficienza, in un quadro di adeguate regole e controlli».

Renzi: «Manovra pronta la prossima settimana»
«Abbiamo presentato il Def, è il documento che inquadra la legge di Bilancio, che sarà pronta verso la fine della settimana prossima». Mentre proseguono le audizioni sul Documento di Economia e Finanza presentato la scorsa settimana dal governo, Matteo Renzi ha annunciato che la Legge di Bilancio sarà pronta tra pochi giorni. «Ci sarà un primo intervento - ha detto - per aiutare i pensionati al minimo e consentire di uscire dal lavoro un po’ prima con una piccola penalizzazione».

In primo piano

Il Papa in visita nei luoghi del sisma: "Vi sono vicino"

Sorpresa ad Amatrice, poi ad Accumoli e a Pescara del Tronto: "Non volevo dare fastidio". Nuova scossa di 3.6 vicino Norcia

Una scossa di magnitudo 3.6, nettamente avvertita dalla popolazione, è stata registrata alle 14.41 a sette chilometri da Norcia, proprio mentre è atteso il Papa, che ha sorpresa oggi sta visitando i luoghi colpiti dal sisma. Il comune più vicino all'epicentro - due chilometri - è quello di Castel Sant'Angelo sul Nera, in provincia di Macerata. In precedenza, alle 14.21, una scossa di magnitudo 2.1 si era verificata in provincia di Rieti, con epicentro a due chilometri dalla frazione di Greccio.

Prima tappa ad Amatrice
Il Pontefice è arrivato poco dopo le 9 di oggi ad Amatrice per una visita privata. Ha raggiunto la città simbolo del sisma a bordo di una Golf con i vetri oscurati ed è entrato nella scuola provvisoria realizzata dalla Protezione civile del Trentino per incontrare alunni e insegnanti. Accompagnato dal vescovo di Rieti mons. Domenico Pompili, Francesco è entrato nella scuola ed è poi andato nella zona rossa dopo una valutazione delle condizioni di sicurezza e una preghiera tra le macerie della città. «Prego perché voi non dobbiate lavorare, il vostro è un lavoro doloroso. Vi ringrazio per quello che fate», ha detto secondo quanto riferito da Luca Cari, responsabile Comunicazione in Emergenza dei Vigili del Fuoco. «Vi sono vicino e prego per voi», ha detto il pontefice, secondo quanto riferito dall'Osservatore Romano. Da solo e in silenzio, si è poi fermato davanti alle macerie per pregare. Clicca la photogallery di Sky TG24

Papa Francesco ad Arquata, Accumoli e a Pescara del Tronto
«Buon pomeriggio a tutti voi - ha detto ad Arquata - Io ho voluto esservi vicino in questo momento e dire a voi che vi porto nel cuore e so, so della vostra sofferenza e delle vostre angosce e so anche dei vostri morti e sono con voi e per questo ho voluto oggi essere qui». E poi: «Adesso preghiamo il Signore perché vi benedica e preghiamo anche per i vostri cari che sono rimasti lì, e sono andati in cielo. E coraggio, sempre avanti, sempre avanti. I tempi cambieranno e si potrà andare avanti. Io vi sono vicino, sono con voi». Nel suo viaggio, Papa Francesco ha salutato personalmente più di 100 persone, rivolgendo loro alcune parole e pregando con loro. «Andiamo avanti - ha detto - sempre c'è un futuro. Ci sono tanti cari che ci hanno lasciato, che sono caduti qui, sotto le macerie. Preghiamo la Madonna per loro, lo facciamo tutti insieme. Guardare sempre avanti. Avanti, coraggio, e aiutarsi gli uni gli altri. Si cammina meglio insieme, da soli non si va. Avanti! Grazie».

Curiosità

Ottobre? È il mese della palestra. I suggerimenti dei vip

Da Belen che si allena a Milano a Terence Hill che corre fra i canali di Venezia: le star da imitare per tenersi o tornare in forma

di Carla Pacelli

Ottobre è il mese in cui aprono le iscrizioni in palestra e il momento adatto per riprendere un allenamento costante che fino a settembre si era un po’ tralasciato. Riacquistare una buona forma fisica richiede però, non solo impegno e costanza, ma anche un discreto dispendio monetario, soprattutto se si intendono seguire i “suggerimenti” dei vip e dedicarsi ad allenamenti mirati con un personal trainer. Il lato B di Belén Rodriguez, per esempio, è salvaguardato da esercizi specifici che la bella argentina svolge con precisione meticolosa a Milano. In questa città, come ha riportato l’osservatorio di ProntoPro.it, il costo medio di un’ora di suspension training e allenamento con un coach privato si aggira intorno ai 50 euro.

Alessia Marcuzzi e Serena Autieri
Restando in tema di bellezza femminile, se si decide, come fa Alessia Marcuzzi a Roma, di optare per yoga e pilates, la spesa si riduce nella capitale, e si aggira intorno ai 32 euro l’ora. Costo che, naturalmente, sale un po’ se ci si affida ancora una volta alle mani di un personal trainer (circa 42 euro). Molto più economica Napoli, dove si allena l’attrice Serena Autieri e dove la palestra guidata dal supporto di un allenatore privato, arriva a costare sui 28 euro l’ora. Ancora più conveniente la splendida Palermo, dove un corso con personal trainer costa in media 25 euro. Stessa cifra anche a Cagliari, dove Antonio Andrea Pinna, il creatore de LePerlediPinna si allena col suo personal trainer Roberto Bertolini per aumentare il tono muscolare e mettere su massa. 

Garko, Morandi e Terence Hill
E se a Torino Gabriel Garko si dà alla corsa e all’equitazione, non sono da meno i più maturi Gianni Morandi e Terence Hill. Il primo, noto maratoneta, a 71 anni continua a mantenersi in forma con la corsa a Bologna, mentre il secondo, a Venezia, pratica ginnastica e corsa libera nonostante le sue 77 primavere. Esempi questi ultimi da seguire soprattutto se non si vuol far soffrire troppo il portafogli, visto che in molte città italiane si può liberamente correre al parco, piuttosto che sul tapis roulant di una palestra al chiuso. Se poi è proprio necessario il supporto – non solo fisico ma anche motivazionale – di un personal trainer, allora la spesa media mensile per mantenersi in forma sarà di 240 euro circa. Somma notevole, ma molto lontana dalle cifre da capogiro spese dai vip per allenarsi.

Cronaca

Stefano Cucchi bis, per i periti "fu morte per epilessia"

Per i tecnici, la morte del geometra romano una settimana dopo il suo arresto non sarebbe dovuta alle percosse ricevute in carcere

Quella di Stefano Cucchi fu una "morte improvvisa ed inaspettata per epilessia in un uomo con patologia epilettica di durata pluriennale, in trattamento con farmaci anti-epilettici". È l'ipotesi "dotata di maggiore forza ed attendibilità" adottata dai periti incaricati dal gip di Roma dell'esame tecnico-scientifico per accertare la natura, l'entità e l'effettiva portata delle lesioni patite da Stefano Cucchi.

Le due ipotesi
Benché, in base alla ricostruzione dei fatti, i dati raccolti "non consentono di formulare certezze sulla(e) causa(e) di morte", per i periti guidati dal prof. Introna, due sarebbero le ipotesi prospettabili: una riconducibile all'epilessia e l'altra alla frattura alla vertebra sacrale. La prima, per i periti più attendibile, "è rappresentata da una morte improvvisa ed inaspettata per epilessia" per la quale "la tossico-dipendenza di vecchia data può aver svolto un ruolo causale favorente per le interferenze con gli stessi farmaci anti-epilettici, alterandone l'efficacia e abbassando la soglia epilettogena". E, "analogamente, concausa favorente può essere considerata la condizione di severa inanizione" che avrebbe avuto Cucchi. La seconda ipotesi "è correlata con la recente frattura traumatica di S4 associata a lesione delle radici posteriori del nervo sacrale". Queste due ipotesi, per i periti sarebbero "entrambe possibili", ma "la prima, a nostro avviso, dotata di maggiore forza ed attendibilità nei confronti della seconda".


Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, che ha portato avanti la causa alla ricerca della verità

Legale: «Chiederemo archiviazione per carabinieri»
«Premesso l'estraneità del mio assistito e degli altri appartenenti all'Arma alle lesioni che Stefano Cucchi aveva e delle quali s'ignorano le cause, quanto da noi sostenuto in sede d'incidente probatorio è stato confortato e confermato alla perizia disposta dal gip», commenta l'avvocato Eugenio Pini, legale di uno dei carabinieri indagati nell'ambito dell'inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi. L'effetto - conclude l'avvocato Pini - «è che chiederemo all'Ufficio di procura l'archiviazione del procedimento nei confronti dei carabinieri».

Esteri

Uragano ai Caraibi: vittime ad Haiti, migliaia di sfollati a Cuba

Massima allerta per il ciclone Matthew che sta attraversando molti paesi: dall’isola cubana alla Giamaica, fino a Port-au-Prince, già devastata dal sisma del 2010

Non c’è pace ad Haiti, uno dei paesi più poveri al mondo e da sempre sulla rotta delle calamità naturali più spaventose. E così dopo Sandy, Katrina e il terribile terremoto del 2010, ora si contano anche i danni causati dal ciclone Matthew, che in queste ore si sta abbattendo sull’isola. Al momento si conta un solo morto ma il bilancio potrebbe aggravarsi. Molti abitanti si sono rifiutati di lasciare le proprie case per ripararsi nei rifugi e questo li espone ulteriormente ai pericoli. Anche perché sono ancora centinaia le persone che vivono in abitazioni di fortuna, ammassate nelle bidonville o in baracche provvisorie disseminate nell'intero Paese. Si teme che nelle prossime ore le violente precipitazioni possano causare frane e smottamenti, soprattutto nelle aree già devastate dal terremoto del 2010 e ancora in ginocchio nonostante la pioggia di aiuti umanitari riversatasi sull'isola. Le foto

Paura anche in Giamaica e Repubblica Domenicana
Matthew però non fa paura solo in quella che nell’Ottocento era soprannominata, per la sua ricchezza, la Perla dei Caraibi. Perché battenti piogge si registrano anche in Giamaica e nella Repubblica Domenicana. Le autorità giamaicane hanno allertato le popolazioni e l'aeroporto di Kingston è stato chiuso. "Andremo incontro a significativi danni alle proprietà e a sofferenze umane con un evento del genere se non ci prepariamo", ha avvertito il primo ministro Andrew Holness. 

A Cuba centinaia di sfollati
Intanto, mentre continua ad avvicinarsi ai Caraibi, sono state allontanate migliaia di persone dal settore orientale di Cuba e anche dalla base militare americana a Guantanamo è stato mandato via il personale non essenziale. A Cuba circa 316mila persone sono state allontanate come misura precauzionale dalla zona orientale dell'isola. L'esercito statunitense ha deciso di portar via 700 persone da Guantanamo, a Cuba: sono i familiari, mogli e figli, dei militari destinati alla base, e sono stati trasferiti nelle strutture militari di Pensacola, in Florida. I bollettini trasmessi costantemente dalla tv locale parlano di raffiche di vento che raggiungerebbero i 200 km/orari e piogge che potrebbero raggiungere i 500 millimetri. I bollettini trasmessi costantemente dalla tv locale parlano di raffiche di vento che raggiungerebbero i 200 km/orari e piogge che potrebbero raggiungere i 500 millimetri.

Costume

Usa, il giallo dei clown che inquieta gli americani

Aumentano avvistamenti di persone mascherate. Non tutti sono innocui. Psicosi collettiva o marketing?


di Simone Sauza

23 settembre, Contea di Marion in Florida. Due ragazzi in macchina vedono una figura nell’oscurità. Qualcosa sembra fissarli. Decidono di filmare la scena: ben presto si accorgono che si tratta di un inquietante clown che se ne sta immobile tra la sterpaglia. Roba da film horror anni ’80. Del resto, con l’uscita del capolavoro di Stephen King “It”, il terrificante pagliaccio Pennywise ha tramutato una figura divertente in quello che è diventato un archetipo dell’orrore per milioni di persone. Quello avvenuto in Marion è solo uno degli ultimi avvistamenti segnalati negli Stati Uniti. Quella delle persone travestite da pagliacci inquietanti in giro per le città è una “moda” o uno scherzo che ha almeno 20 anni. Ma questo tipo di avvistamenti sono cresciuti in maniera esponenziale negli ultimi mesi. E non sempre si è trattato di un gioco. 


Una donna aggredita in Ohio
Qualcosa di strano sta accadendo negli States. Come riportato dal New York Times, mai come in questo ultimo periodo si stanno moltiplicando le segnalazioni alla polizia. Nei boschi, nei vicoli bui delle città, vicino alle scuole. Ogni tanto si è trattato di false segnalazioni, ogni tanto di uno scherzo o di una campagna promozionale. Ma non è sempre così. E alcuni dettagli gettano nel mistero questa vicenda. Innanzitutto la diffusione: denunce e avvistamenti sono arrivate da più di 30 stati, dall’Arizona alla Virginia. Difficile pensare, quindi, che questi travestimenti facciano parte di un gesto organizzato. E se nella maggior parte dei casi le autorità non hanno potuto far altro che invitare a non avvicinarsi a tali soggetti, in altri si è dovuto intervenire. Come a Reading, in Ohio. Nella piccola cittadina le scuole sono state chiuse venerdì scorso dopo che una donna ha affermato di essere stata aggredita da un uomo vestito da clown, il quale avrebbe anche minacciato gli studenti. Nessun arresto è seguito all’episodio. La catena di avvistamenti è partita tutta dal caso di Greenville, South Carolina. Da qui, le segnalazioni si sono allargate a macchia d’olio, come una sorta di contagio. La vicenda in questione risale ad agosto. Si tratta di storie riportate da diversi bambini, tutte con un dato in comune: gruppi di persone in costume che hanno provato ad attirarli nei boschi in cambio di soldi. Una vicenda molto discussa sulla stampa americana, terminata con un buco nell’acqua, dato che la polizia locale non è riuscita ancora a scoprire nulla. Ora molti cittadini non si sentono tranquilli a girare per la strada. Il "clown malvagio" è qualcosa di radicato nell'inconscio collettivo statunitense, ben più che in altre parti dell'Occidente. D'altronde, l'America è anche la terra di John Wayne Gacy, il serial killer (conosciuto anche come "Killer clown") che negli anni '70 terrorizzò le strade di Chicago. Un uomo rispettato, socievole, che di mestiere faceva il pagliaccio alle feste per bambini. Insospettabile. Una vicenda nera, rimasta indelebile nella cronaca americana, portata poi sullo schermo in un film del 2003.

Dalla promozione di It alla psicosi di massa
Il più delle volte questi individui si limitano a comportamenti inquietanti, ma non perseguibili. Rimangono immobili con lo sguardo fisso verso i malcapitati, a volte da lontano, nell'ombra, magari facendo qualche gesto. Oppure, in alcuni casi, arrivano a seguire le persone. In Florida, ad esempio, una donna a spasso con il proprio cane al tramonto ha raccontato di essersi accorta di due clown che la fissavano. L'avvistamento sarebbe avvenuto dopo che il suo pitbull ha cominciato a ringhiare verso una zona alberata di Palm Spring. C’è chi ha subito alzato il dito contro un’ipotetica campagna di marketing da parte della società di produzione New Line per la promozione del remake di “It”. Ma Cathy Nam, portavoce dell’azienda, ha smentito categoricamente all’Hollywood Reporter: «New Line non è assolutamente coinvolta nei tanti avvistamenti di clown sorpresi a spaventare la gente». Intanto, sul web, i tentativi di spiegazione dilagano. David G. Myers, professore di psicologia presso l’Hope College in Michigan, ha ricondotto l’esplosione di avvistamenti all’ "isteria di massa", a paure ed emozioni autoalimentate reciprocamente tra le persone. Jason D. Seacat, professore associato di psicologia alla Western New England University di Springfield, Massachusetts, ha proposto un’ipotesi più suggestiva: il professore ha parlato di una necessità insita in certe persone a sentirsi emotivamente collegata a una notizia diventata evento mediatico. Una specie di effetto domino, di emulazione, che è pian piano penetrato in menti deboli. Come a dire che ognuno può trovare il suo motivo personale per travestirsi da clown e spaventare la gente. Si tratta solo di questo?

Spettacolo

Hell’s Kitchen Italia: torna lo chef più diabolico della tv

Carlo Cracco torna a infiammare i martedì di Sky Uno con il cooking show dedicato ai professionisti


Il cooking show più adrenalinico e spietato sul mondo della ristorazione arriva alla sua terza stagione: Hell’s Kitchen Italia, al via stasera alle 21.15 su Sky Uno HD, inaugura il martedì di Sky Uno, la nuova serata dedicata all’intrattenimento per tutti. 16 professionisti del mondo della ristorazione divisi in due squadre, 8 uomini e 8 donne, devono dimostrare la loro esperienza e resistenza allo stress in un grande ristorante. Lo chef fuoriclasse Carlo Cracco dirige la cucina con l'aiuto di due sous-chef già noti al pubblico di Hell’s Kitchen: Sybil Carbone (finalista prima stagione) e Mirko Ronzoni (vincitore della seconda stagione), addetti al coordinamento del lavoro delle due squadre. Torna il maître Luca Cinacchi (soprannominato da Cracco "Luchino") che si occupa della gestione della sala. I 16 concorrenti si contendono un importante premio: il titolo di Executive Chef presso il ristorante "Il Giardino" del Marriott Venice Resort & Spa  presso l’Isola delle Rose a Venezia.

Un'edizione ancor più "gustosa"
L’edizione di quest’anno è marcata da un’impronta più contemporanea, con prove all’insegna della cucina gourmet, internazionale ed etnica, che affiancano i grandi “classici” di Hell’s Kitchen.  In ogni puntata, ci saranno grandi nomi dell’alta ristorazione, come Massimo Bottura, che con l’Osteria Francescana è attualmente al primo posto nella prestigiosa classifica mondiale “50 Best Restaurants”, Gennaro Esposito, i fratelli Cerea, lo chef peruviano Pedro Miguel Schiaffino, che con il suo Malabar è arrivato al numero 7 tra i migliori ristoratori latinoamericani al mondo. Ma anche ospiti dal mondo della tv e dello spettacolo, come Mara Maionchi e Frank Matano. Sponsor di questa edizione di Hell’s Kitchen Italia sono Electrolux, Ferrari, San Pellegrino, Kunzi, Siggi, Ballarini, Olio Piave, Riso Acquerello.

Già pronti a ripartire
Subito dopo il debutto della terza stagione di Hell’s Kitchen Italia, sarà già possibile iscriversi ai casting: Hell’s Kitchen Italia è infatti confermato per altre due edizioni. Per partecipare ai casting basta chiamare il numero 0423-402020 o compilare il form disponibile su  hellskitchen.sky.it/casting. Hell’s Kitchen Italia è una produzione originale Sky Uno realizzata da Magnolia. Un programma scritto da Luca Busso, Paola Papa con Graziano Cutrona, Ilaria Barosi, Laura Cristaldi, Marco Cappellini, Sonia Soldera, Eleonora Cristina. La regia è di Umberto Spinazzola, direttore della fotografia Matteo Bosi.

Sport

L’arbitro più bello del mondo? La russa Kostyunina

Fisico da pin up e fischiettto, la sensuale siberiana sa come tenere a bada gli uomini, dentro e fuori dal campo


I Mondiali 2018 si avvincano e la Russia sembra essere più pronta che mai. Forse non farà parte della rosa ufficiale degli arbitri chiamati a dirigere le nazionali partecipanti, ma sicuramente la bellissima Ekaterina Kostyunina ha giò trovato il modo di far parlare di sé. Siberiana, 21 anni, la bella Ekaterina vanta un fisico da modella ed una passione da maschiaccio: è arbitro di calcio.

Una gradita presenza in campo
Chissà come reagiranno i giocatori quando in campo, vestita di tutto punto, vedranno entrare la sexy arbitra? Sicuramente le distrazioni saranno frequenti e, forse, per una volta anche i commenti si faranno più gentili. Lei, comunque, non sembra preoccuparsi degli sguardi altrui e prosegue la sua carriera, fra fischietto e foto hot.

Star su Instagram
La sensuale Ekaterina, infatti, è diventata famosa non solo per le sue doti “in campo”, ma anche per gli scatti che posta sui social, dove fra bikini e look che lasciano ben poco all’immaginazione, è diventata una vera e propria star.

Esclusiva di oggi

I nuovi gadget 2.0

Dai telefoni e la casa "made in Google" fino allo specchio parlante, ecco le novità


Gadget ipertecnologici, smartphone in grado di “dialogare” con gli altri apparecchi elettronici, case parlanti vere e proprie magie: non è il mondo dei Jefferson, ma la realtà. Almeno secondo Google e le altre aziende specializzate nello sviluppo di tecnologie sempre più all’avanguardia. E proprio oggi il colosso di Mountain View si prepara a lanciare una sfida a Apple sul fronte degli smartphone, alzando il sipario sui nuovi smartphone Pixel, linea destinata a rimpiazzare i telefoni Nexus. Secondo il sito The Verge saranno svelati il Pixel X, da 5 pollici, e un Pixel XL da 5,5 pollici, entrambi fabbricati da Htc.

Intelligenza artificiale e realtà virtuale
Ma non è tutto, perché Big G è pronto a stupirci con alte novità, come una nuova versione di Chromecast - la 'chiavetta' per la tv - compatibile col formato in alta definizione 4K, anche per lo streaming. Ma è la domotica l’aletto che più affascina i consumatori. Una casa che parla, interagisce, si può programmare e riprogrammare: ecco cosa sarà Google Home. Anticipato all'ultima conferenza per gli sviluppatori, il cilindro assistente "intelligente" da salotto, futuro rivale di Amazon Echo, è forse una delle novità più incredibili, capaci davvero di proiettarci in un mondo futuristico e, ancora, incredibile. I deragli sono ancora coperti da un assoluto segreto, ma per adesso si sa che questo dispositivo si basa su Google Assistant, lo stesso software che suggerisce risposte e fa ricerche per gli utenti all'interno della chat Allo, da poco lanciata anche in Italia. Sempre stasera, poi si conosceranno presumibilmente nuovi dettagli su Daydream, la piattaforma per la realtà virtuale di Google. L'evento avrà inizio oggi alle 18 (ora italiana) e potrà essere seguito in streaming su YouTube.-

Autovelox? Ti avverto io
Multe addio, arriva Woolf. Accanto a case programmabili e telefoni di ultima generazione, infatti, è arrivata la variante hi tech dell’amico che, dal posto passeggero, ti segnala la presenza di un autovelox: il braccialetto Woolf. Nato da un progetto italiano e finanziato attraverso il crowfunding, questo singolare braccialetto rileva la presenza delle odiate, e temute, macchinette che rivelano la velocità e, 150 metri prima di incrociarne una, inizia a vibrare Un sistema ingegnoso dunque, che permetterebbe non solo di evitare le multe, ma anche di aumentare la sicurezza in strada, evitando frenate improvvise o manovre “d’emergenza”. I creatori hanno già raggiunto la cifra di 13mila euro, ma dovrebbero arrivare a 45mila per iniziare la produzione in serie: multati di tutto il mondo, unitevi!

Lo specchio magico
Direttamente dal mondo delle fiabe, Panasonic propone un vero e proprio specchio magico. Stavolta però, invece di individuarla questo modernissimo specchio delle meraviglie aiuta ogni donna a trasformarsi nella “più bella del reame”. traverso una telecamera, infagtti, il sofisticato “giocattolo” hi teco analizza il viso di colei che si riflette, valutandone tono, colorito ed eventuali imperfezioni e consigliandone il make up migliore per la giornata. Ma non solo, perché ogni donna a seconda dei propri impegni utilizza un trucco diverso e, senza sporcare neppure un pennello ma solo con pochi tasti, lo specchio mostra all’interessata le varie opzioni di trucco possibile. Un vero e proprio alleato, dunque, anche se a volte la mattina non a tutte potrà far piacere sentirsi dire “Forse oggi è meglio che ti trucchi un po’ di più”.

Sky Evening News – La giornata in 10 notizie

Ecco il giornale della sera di Sky!

Una grafica sempre più moderna, semplice, accattivante, per rendere sempre più immediata la consultazione quotidiana da qualsiasi mezzo: pc, smarthone, tablet. E tanti fantastici contenuti, dal tweet del giorno all'approfondimento esclusivo di giornata sull'attualità, le tendenze, il costume, la cultura, lo sport, i modi di vivere. E poi il meteo regione per regione, il video più curioso del web e il commento sui fatti dell'attualità e dello sport affidato ai giornalisti più autorevoli della galassia Sky.


Due milioni di abbonati a Sky ricevono già Sky Evening News, dal lunedì al venerdì intorno alle 18.
E tra questi, oltre un milione di persone già la seguono con interesse più volte durante la settimana, facendo registrare una media di 300 mila aperture totali ogni giorno. Un pubblico di riferimento adulto, attivo, con una maggiore concentrazione nelle fascia d'età 30-40 e 40-50 anni e una leggera prevalenza maschile.
Il prodotto è nato per soddisfare la richiesta di una informazione rapida, sintetica sulle novità del giorno appena trascorso da parte di quella fascia della popolazione attiva che durante la giornata non sempre ha il tempo di andare a cercare le notizie.

È a loro che si rivolge Sky Evening News: attraverso una mail che ti raggiunge alle 18 sul pc, il tablet, gli smartphone touch e no touch. E basta un clic per scoprire le 10 principali notizie della giornata.Non manca uno sguardo ai principali appuntamenti televisivi della serata su Sky, per fruire al meglio dei contenuti della pay tv e sfruttare al massimo l'abbonamento.
Con pochi clic, inoltre, attraverso Sky Evening News è possibile programmare direttamente la registrazione dei propri programmi preferiti su My Sky. Per ogni contenuto anche approfondimenti dedicati con fotogallery, video, interviste e curiosità e link a Sky.it.

Buona serata con Sky Evening News!

Flavio Natalia
Direttore di Sky Life e Sky Evening News

Janis

La vita, la musica e la graffiante voce della cantante che nel rock raccontò il suo disagio Clicca per programmare la registrazione su My Sky


Su Sky Cinema Cult alle 21.00, la storia della rocker Janis Joplin.
La sua voce graffiante, quella sottile, ruvida sofferenza che emerge dalle canzoni di una delle donne membro del "club 27", inconsapevole vittima di quel numero maledetto che ha colpito altri grandi voci del nostro tempo, come Jim Morrison o Amy Winehouse, sconvolge e commuove, come una preghiera.

Oltre Janis
46 anni dalla morte dell’icona del rock Janis Joplin, scomparsa a 27 anni, Sky Cinema Cult manderà in onda in prima visione il toccante documentario JANIS. La regista Amy Berg e il produttore Alex Gibney ricostruiscono l’infanzia e la travagliata adolescenza della giovane artista, attraverso la corrispondenza con la sua famiglia e immagini d’archivio. Il documentario guarda oltre la Janis del rock ‘n roll, svelando dietro la leggenda una donna gentile, sensibile e al contempo potente, che con la sua breve, turbolenta ed epica esistenza ha contribuito all'evoluzione del mondo della musica rock. Da non perdere in preserale, su Sky Arte, Janis Joplin - Nine Hundred Nights, il documentario su i Big Brother and the Holding Company, ossia la band che lanciò la carriera di Janis.

Chi sceglie la seconda casa

Le coppie cercano una seconda casa. Gli esperti rispondono Clicca per programmare la registrazione su My Sky


Ritorna una delle coppie più amate dal pubblico di Dove. L'agente immobiliare Giulia Garbi e l'interior designer Manuel Casella sono nuovamente pronti a trovare la soluzione migliore per accontentare e mettere d'accordo quelle coppie alla disperata ricerca della seconda casa perfetta. In ogni puntata ciascuno dei due coniugi verrà affiancato da Giulia e Manuel nella ricerca della propria casa ideale con quattro proposte da sogno. Alla fine ogni membro della coppia farà la sua scelta.

Toscana: tra Capalbio e l'Argentario
Nell’episodio di stasera, in onda su Dove alle 22.00, Federico e Michela cercano la loro seconda casa in Toscana. Lui la vuole vicino la zona di Porto Santo Stefano. Michela, invece, desidera un'abitazione nella tranquilla campagna di Capalbio. Riusciranno Manuel e Giulia ad accontentare entrambi?

Nina, la dura vita di un'infermiera

Competizione e invidia insidiano la vita professionale e affettiva della bravissima protagonista di "Nina", la serie al via su Fox Life

Dalla Francia, una nuova serie con protagonista un'infermiera di un grande ospedale. Già dai primi minuti, la storia di “Nina” (Fox Life HD, ore 21.00) è irresistibile: a 39 anni torna come tirocinante al reparto medicina interna del Madeline Bres, dopo una grave crisi personale. La sua prima mossa è mettere in discussione il primario, che è anche il suo ex marito...

Un'infermiera, non una ex moglie

Nina era stata costretta ad interrompere gli studi in medicina per accudire la figlia Lily, colpita da un cancro. Ma ora che la sua bimba è guarita, questa agguerrita infermiera intende prendere di nuovo in mano la sua vita. Non c’è mai un momento di riposo nel reparto di Medicina Interna; oltre a questo Nina deve fare i conti con i suoi superiori, che si limitano a vederla come l'ex moglie del proprio capo, il Dr. Antonakis.

Bravura da dimostrare
Il dottor Costa è turbato dalle diagnosi azzeccate di Nina sui pazienti e da come lei si prende cura di loro. Nina è appassionata del suo lavoro e si rifiuta di inchinarsi davanti ai suoi superiori. Ogni giorno, deve fare i conti con gli umori del Dr. Proust, che sogna di diventare capo del reparto, con la costante messa in discussione del giovane stagista Kevin, con Leo, sua mentore e collega, e con la necessità di identificare i sintomi a volte fuorvianti dei pazienti del suo reparto. L'ospedale Madeleine Bres sarà così il luogo della sua ricostruzione, professionale e personale.

Solo i più forti sopravviveranno all’Apocalisse

Un cast straordinario chiamato ad interpretare i mutanti più amati del grande schermo, nel nono capitolo della celebre saga “X-Men” Codice di acquisto: 137004


di Giorgia Bartolucci

Una terribile minaccia sta per abbattersi sulla Terra. Tra la catastrofe e la salvezza, solo un gruppo di ragazzi dalle capacità straordinarie: gli X-Men. Prende le mosse da qui “X-Men: Apocalisse” (da oggi disponibile su Sky Primafila, anche on demand) l’ultimo capitolo della trilogia sui mutanti della Marvel, dedicata alle loro origini. Nona pellicola di questa leggendaria saga interpretata da alcuni dei più grandi nomi del cinema, “Apocalisse” vede per la quarta volta dietro la macchina da presa il regista Brian Singer (“I soliti sospetti”).

Un tuffo negli anni ’80
Il film è ambientato dieci anni più avanti rispetto a quello precedente. Se in “X Men: Giorni di un futuro passato”, infatti, ci sono stati raccontati gli anni ’70 e un’umanità che poco o nulla sapeva dei mutanti e delle loro capacità, ora ci troviamo negli anni ’80 e più precisamente nel 1983. I problemi sono più o meno gli stessi di sempre: la società ha paura di ciò che non conosce, di ciò che è diverso, e mal volentieri accetta l’idea di dover coesistere con individui così particolari e potenti. A rendere la convivenza molto più difficile arriva L’Apocalisse (Oscar Isaac), il cattivo più cattivo che la saga abbia conosciuto, intenzionato a distruggere l’intera razza umana. Lui, il primo mutante della storia, torna dall’alba dei tempi per creare un nuovo ordine che lo veda regnare. Per realizzare il suo piano, però, ha bisogno dell’aiuto di quattro seguaci, tra cui ritroviamo il sempre più tormentato e sofferente Magneto (Michael Fassbender). Contro di loro il professor Xavier (James Mc Avoy) e i suoi studenti, a cui si aggiungono le versioni giovani di Ciclope (Tye Sheridan) e Jean Grey (Sophie Turner, la Sansa Stark di Game of Thrones), capeggiati da una Mystica (Jennifer Lawrence) nell’inedito ruolo di guida.

Il giusto mix di azione ed effetti speciali
“X-Men: Apocalisse” è un film di puro intrattenimento, in cui si sposano perfettamente azione ed effetti speciali, che vanta un super cast e sequenze davvero spettacolari. Tra le tante, non si può non citare la fantastica scena che vede protagonista un Quicksilver (Evan Peters) a tutta velocità - ma in slow motion - nella scuola di Xavier in fiamme. Questo capitolo, pur lasciando meno spazio all’introspezione dei personaggi, affronta con maggiore serietà e complessità il tema dell’eroismo. I protagonisti si stanno avvicinando al presente che conosciamo e stanno imparando a gestire e controllare i loro poteri, mettendoli al servizio di una società che non li accetta pienamente. La mancanza delle alterazioni temporali che hanno caratterizzato il precedente film rende più facile seguire “X-Men: Apocalisse”. La storia è piuttosto lineare, tranne per una piccola deviazione che permette il cameo dell’insostituibile Hugh Jackman, nei panni di un quanto mai feroce e fuori controllo Wolverine.

Arriva il freddo

Cieli all'insegna della variabilità e temperature in forte calo

Previsioni per domani, mercoledì 5 Ottobre

Nord: Ben soleggiato su tutte le regioni. Nubi sull’Alto Adige con piogge occasionali. Venti moderati settentrionali e mari mossi, poco mosso il Ligure.
Centro:  Giornata in prevalenza soleggiata. Temporanei addensamenti su Marche, Abruzzo e Appennino tosco laziale. Venti moderati settentrionali e mari mossi.
Sud: Nuvolosità irregolare sulle regioni peninsulari con possibili piogge a carattere intermittente. Migliora nel corso del giorno, più sole in Sicilia. Venti deboli e mari poco mossi.
Temperature: senza variazioni particolari con massime comprese ovunque tra 19 e 24°C.


Clicca il meteo di Sky

10 anni di rivelazioni scottanti

Dalle torture a Guantanamo al “cablegate” sui documenti diplomatici Usa, in 10 anni di attività WikiLeaks ha pubblicato online 10 milioni di documenti. Dal 4 ottobre 2006, la piattaforma segue il motto “Scoperchiamo i governi”. Il cofondatore Julian Assange: "Pubblicheremo nuovi documenti"